Chiudi gli occhi: sei a teatro!

di admin

repliche fino a mercoledì  17 ottobre

durata:  60 minuti

È in scena al teatro Arsenale Lumen 3, un’opera di teatro musicale in cui lo spettatore è completamente al buio ma circondato da suoni ed odori attraverso cui immaginare la parte visiva dello spettacolo.

Certamente è qualcosa di alternativo, molto alternativo e lo si capisce fin da subito entrando in sala e vedendo le sedie della platea disposte a spirale. In questo modo ci si sente immediatamente protagonisti dell’azione che verrà raccontata e che, infatti, dipenderà dalla nostra stessa immaginazione, dai nostri ricordi, dalle nostre esperienze, suscitate dalle voci, dai suoni e dai profumi dello spettacolo.

Il titolo deriva dall’unità del flusso luminoso, il lumen, e Lumen 3, appunto, è la situazione di “quasi buio” che dagli ideatori dello spettacolo, Giuliano Corti e Walter Prati, è considerata ideale per fantasticare e rievocare forme con l’aiuto di percezioni sonore ed olfattive. “Oggi udito ed olfatto sono sensi a cui si da sempre meno spazio” spiega Walter Prati, autore delle musiche dell’opera.

 “L’ascoltare ormai non è più un’attività assoluta” – continua – “intanto cuciniamo, leggiamo, guidiamo,… e quindi non siamo più abituati a concentrarci solo sui suoni, sulle voci, sulla musica. Questo è grave perché rischia di diventare un’incapacità a prestare attenzione anche a quello che gli altri o noi stessi diciamo”.

Il punto di partenza è un viaggiatore, di ritorno dalle vacanze, che aspetta di imbarcarsi sull’aereo. Cerca di ingannare il tempo dormendo e, chiudendo gli occhi, ritornano nella sua mente le immagini dei luoghi visitati, i colori delle spiagge, il rumore del vento, i profumi delle spezie e poi la propria casa con odori ed oggetti familiari. E noi spettatori, secondo le intenzioni degli autori, dovremmo sognare assieme a questo turista, ricordare esperienze simili, aiutati dalla voce narrante, dalla musica e dai profumi che si sentono in sala.

Alla fine dello spettacolo qualcuno commenta che i suoni e gli odori sono troppo caotici ed indistinguibili e la sensazione finale è quella di essere risucchiati in un vortice mentre si cerca disperatamente un appiglio fermo, chiaro. Effettivamente l’atmosfera è vicina a quella di un incubo: le voci si sovrappongono o svaniscono in sibili incomprensibili, la musica diventa metallica ed assordante mentre la mente, confusa, vaga in altri pensieri.

Lumen 3 rimane, comunque, un’esperienza interessante, adatta a chi cerca emozioni nuove ed è curiosa di provare la sensazione di stare a teatro ad occhi chiusi.

ORARI SPETTACOLI: martedì-venerdì ore 21.15; domenica ore 16.30;

PREZZO BIGLIETTI: intero 16 €; ridotto 12 €; martedì e domenica 12 € 

ABBONAMENTI: Cartarsenale (8 spettacoli)  65 €; Minicartarsenale (4 spettacoli): 35 €

RITIRO BIGLIETTI: martedì-venerdì 18.00-20.00; sabato 16.00-20.00 presso gli uffici del Teatro

PRENOTAZIONI E INFORMAZIONI:  dal lunedì al venerdì dalle ore 10.30 alle ore 18.00  presso il Teatro Arsenale, via C. Correnti 11 – Milano – tel. 028321999 / 028375896 – 24/24h tel. 028321999 (segreteria telefonica).

Articoli Correlati