C’era una volta a… Hollywood: i 10 film a cui si è ispirato Tarantino

di Federica Marcucci

Mancano poco meno di due mesi all’uscita italiana di C’era una volta a… Hollywood, tuttavia il film è già uscito nelle sale americane pochi giorni fa (questo sarà il primo weekend al box office) e il web impazza di notizie e curiosità molto succulente per i fan che non vedono l’ora di godersi sul grande schermo Leonardo DiCaprio, Brad Pitt e Margot Robbie.

In attesa dell’uscita italiana, il 19 settembre, e in attesa dell’anteprima italiana – sabato prossimo a Roma, ecco una chicca preparata dallo stesso Tarantino in collaborazione con la Sony: 10 film tutti da rivedere che hanno ispirato C’era una volta a… Hollywood.

Mescolando realtà e finzione, Quentin Tarantino – da cinefilo preparatissimo, ha scelto una data non casuale per il suo ultimo lavoro. Il 1969 non è soltanto l’anno della terribile strage a opera della famiglia Manson, ma anche un momento cruciale di passaggio del cinema americano.

Di lì a poco i grandi studios avrebbero abbandonato generi e un tipo di produzione che aveva contraddistinto il decennio precedente per abbracciare una corrente nuova, nota come “New Hollywood”.

Ecco i 10 film a cui si è ispirato Tarantino per C’era una volta a… Hollywood:

Bob & Carol & Ted & Alice, 1969
Un film incentrato sulle dinamiche dei rapporti di coppia, tra amore e tradimenti.

Fiore di cactus, 1969
Nonostante il titolo italiano, il film è la storia di un triangolo amoroso e fa luce sui legami sentimentali con la lente della commedia.

Easy Rider, 1969
Vero e proprio manifesto del rinnovamento del cinema americano, questo film segue due motociclisti sulle strade degli USA tra senso di libertà e anticonformismo.

Arizona Raiders, 1965
Questo film non sarà sicuramente passato alla storia del cinema per essere particolarmente innovativo, ma Tarantino l’ha utilizzato per costruire il personaggio DiCaprio diventato famoso proprio come attore in film western.

L’impossibilità di essere normale, 1970
Le rivolte studentesche, all’ordine del giorno ai tempi di C’era una volta a… Hollywood, sono la tematica chiave di questo film.

The Wrecking Crew, 1968
Non un capolavoro, certo, ma in questo film c’è Sharon Tate che recitava al fianco di Dean Martin prima che la sua carriera fosse stroncata sul nascere. Tarantino l’ha consigliato a Margot Robbie come studio sul personaggio.

L’amante perduta, 1969
Esordio americano del regista francese Jacques Demy, il film racconta le bizzarre vicende di un uomo all’alba della sua partenza per la guerra in Vietnam.

Hammerhead, 1968
Sebbene si tratti di un film inglese e non americano, Tarantino ha utilizzato questa pellicola per costruire il personaggio di DiCaprio.

Il sentiero della violenza, 1958
Un altro western tutt’altro che noto (come sappiamo Tarantino è un amante del cinema di genere) a cui sono ispirate le atmosfere del personaggio di DiCaprio.

Battaglia del Mar dei Coralli, 1959
Un altro titolo semisconosciuto, tra l’altro ambientato sul fronte del pacifico durante la Seconda Guerra Mondiale. Senza aver visto il film non abbiamo idea del perché Tarantino l’abbia scelto, ma le nostre domande troveranno sicuramente risposta.

Pensate di andare a vedere C’era una volta a… Hollywood?

Articoli Correlati