Bruciate le palme a Milano, continuano le polemiche in Piazza Duomo

di Laura Boni

Le palme della discordia continuano a creare polemiche. Come vi abbiamo raccontato qui, qualche giorno fa sono state piantate una serie di piante tropicali in Piazza Duomo a Milano. Si trattava di una semplice azione di marketing per creare aspettativa per l’apertura del primo Starbucks in Italia, ma la situazione è sfuggita di mano. E’ di stamattina la notizia del danneggiamento di tre palme. Uno degli alberi è stato bruciato questa notte.

Le polemiche si erano intensificate ieri quando erano stati organizzati dei presidi di militanti di Lega NordCasaPound. Tutti protestavano per “l’africanizzazione” della Piazza più importante di Milano. La Lega si era presentata in Duomo con casse di banane da distribuirle ai passati ed istigarli a lanciarli contro le piante. Oltre alle palme infatti il progetto prevede anche alcuni alberi di banano.

Nella nottata, però, la situazione è degenerata. Due ragazzi, all’uscita del secondo spettacolo del cinema, hanno notato i danni. Una palma è stata completamente bruciata, mentre altre due sono state danneggiate. Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia locale che hanno acquisito le immagini delle telecamere di sorveglianza per identificare i vandali.

Stanotte qualcuno ha dato fuoco a una delle palme appena piantate nell’aiuola di Piazza del Duomo” ha avvisato in mattinata su Facebook la vicepresidente Pd del Municipio 1, Elena Grandi, responsabile del verde “che piacciano o no è ora del tutto irrilevante: il tema è un altro. Mi piacerebbe trovare il colpevole e mandarlo a curare e a ripulire tutte le aiuole della città: per un annetto. Così, per insegnargli il significato di rispetto e di bene comune“.

Tutto questo per una serie di alberi di palme.

Cosa ne pensate della polemica sulle palme di Piazza Duomo a Milano?

Articoli Correlati