Anche i genitori arrivano su Facebook!

di admin

"Ma adesso anche su facebook?". Direbbero forse così i tanti figli che si ritrovano ad avere a che fare coi propri genitori anche sul social network più famoso del mondo.

 

Un vero dilemma

Facebook, è ormai diventato una sorta di mondo parallelo per moltissimi giovani. Una seconda vita dove ci si sente liberi di sfogarsi, di divertirsi con i link più esilaranti, di condividere le foto di una serata tra amici o di liberare la rabbia repressa per una litigata tra genitori o per una verifica andata male. Un mondo virtuale in cui siete voi, la vostra vita, coi vostri amici. 
Ma Facebook è anche un social network che non conosce limiti di età e tutti sono liberi di decidere di iscriversi oppure no. E questo diritto si estende a tutti, compresi genitori, zii o anche nonni volendo.
Per qualcuno potrebbe essere una tragedia sapere che anche il proprio papà o la propria mamma navigano su fb, aggiungono i vostri amici e si divertono in una dimensione virtuale dal carattere prettamente giovanile.  Ma dall’altra parte, c’è invece qualcuno che trova simpatico ed eccezionale trovarsi tra le amicizie del profilo quello del proprio genitore!

E se i miei genitori mi controllano?

Nasce forte l’impulso da parte dei genitori di voler controllare, " spiare " le mosse dei propri figli anche sul profilo di facebook per tenerli costantemente sotto controllo. Si sa, i genitori sono apprensivi e ansiosi e vogliono sempre sapere cosa fa il proprio figlio, capire le proprie intenzioni, i propri interessi e passioni. Incapacità di dialogo? Forse. Dal mondo degli esperti arrivano parole di ammonimento che avvertono : " Tali comportamenti equivalgono allo sbirciare nel diario segreto perché in rete, soprattutto i ragazzi, esprimono emozioni, pensieri, gusti, affidando ai social network anche sfoghi personali, ma che, nel proprio immaginario, devono restare preclusi alla sfera dei genitori."
Per molti ragazzi si tratta di un’intrusione nella privacy, in quel mondo considerato una sfera a parte e lontana dai genitori. Per altri è una forma come un’altra per rimanere in contatto. Ma tutto dipende anche dalla qualità del rapporto che c’è tra genitori e figli. Secondo gli esperti, per comunicare bene in rete, è necessario che prima di ogni altra cosa ci sia un sereno rapporto nel mondo reale.

E voi cosa ne pensate a riguardo? Vi da fastidio se i vostri genitori sono su Facebook o la cosa vi lascia indifferente? Come giudicate la mossa di molti genitori che si creano un profilo con lo scopo di tenere sotto controllo i propri figli?

Articoli Correlati