Amici 18- la spiegazione del meccanismo del serale

di Giovanna Codella
Amici 18

Ecco la spiegazione, a grandi linee, del meccanismo del serale di Amici 18 che abbiamo visto attuare nelle prime due puntate. La struttura della competizione potrebbe presto cambiare se qualora la produzione decidesse di ascoltare la proposta avanzata da Loredana Bertè, che in sostanza vuole più potere decisionale per il suo ruolo e per il pubblico a casa.

Amici 18, il meccanismo della prima partita del serale

La gara di ogni puntata è articolata in 2 partite o manche, composte da 4 prove ciascuna. Ogni prova, che assegna un punto, è giudicata con voto palese da un organo differente a rotazione (commissione interna, giurato fisso o ospiti, questi ultimi in qualità di giudici speciali).

Questo non vale per la terza prova il cui voto rimane segreto, assegna 2 punti ed è giudicata sia dalla commissione interna sia dal giurato fisso (Loredana Bertè). Luciano Cannito e Beppe Vessicchio hanno il ruolo di “supervisori” e possono obiettare i voti di Loredana Bertè, provando a farle cambiare idea.

Al termine della prima partita, il direttore artistico della squadra perdente ha 60 secondi di tempo per decidere (scommettere) chi tra i membri della sua squadra merita di affrontare un televoto che, qualora raggiungesse una certa percentuale delle preferenze, lo renderebbe immune dalle nomination e lo invierebbe direttamente alla puntata successiva.

A questo punto, i componenti della squadra vincente devono nominare 3 nomi della squadra avversaria da presentare davanti alla commissione interna, la quale, esprimendo dei sì e dei no, sottopone i 3 candidati all’eliminazione al giudizio di Loredana Bertè, che sceglie soltanto uno tra loro 3, da inviare al ballottaggio di fine puntata.

Amici 18, il meccanismo della seconda partita del serale

Nella seconda partita, il meccanismo è perlopiù uguale alla prima, tranne che e a scegliere chi tra i 3 candidati della squadra perdente concorrerà all’eliminazione è il direttore artistico Giuliano Peparini. Una volta definiti i 2 allievi che vanno al ballottaggio, essi devono scegliere 2 compagni di squadra (uno per disciplina) che si esibiscono per loro con una performance ciascuno.

Al termine delle 4 esibizioni, si sfidano direttamente i due candidati all’eliminazione, con 2 prove ciascuno. A votare è l’intera commissione interna più il giurato fisso, in modo palese, che decretano l’eliminato di puntata.

La percentuale da raggiungere, mediante televoto e per ottenere l’immunità, è stata dell’80% per la prima puntata e del 90 % nella seconda. Nella seconda puntata, i ragazzi hanno avuto anche la possibilità di proporre chi schierare. In una prova, la produzione ha accettato la proposta, in un’altra no.

Inoltre, sempre durante la seconda puntata, la prima prova della prima manche è stata disputata unicamente mediante il televoto, la quarta e ultima è consistita nella “prova Tim”, proposta dal pubblico durante la settimana, ed è stata giudicata dai professori.

E voi cosa ne pensate del meccanismo del serale di Amici 18?

Articoli Correlati