Amici 10, il nuovo regolamento del serale. Parola d’ordine: meritocrazia!

di admin

Martedì 11 gennaio andrà in onda la primissima puntata del serale di “Amici”, edizione numero 10. La fase iniziale del serale prevede un nuovo regolamento, delle nuove disposizioni che modificheranno il funzionamento del talent soprattutto per quanto riguarda la progressiva selezione ed eliminazione dei concorrenti in gara. Il tutto all’insegna della  parola d’ordine di quest’anno, ovvero: meritocrazia.

Stop alla classifica di gradimento

La classifica di gradimento determinata dal televoto del pubblico a casa viene momentaneamente sospesa. Questo significa che non esisterà più nessuna immunità (dall’eliminazione, ndr) garantita al primo in classifica. In altre parole: il pubblico non potrà salvare i suoi beniamini attraverso il televoto, almeno per quanto riguarda la prima fase del serale. A questo punto ci si chiede che ne sarà del buon Antonio Mungari, che è passato alla fase serale del programma praticamente per esclusivo volere dei telespettatori, mentre i professori (e i membri della Commissione Esterna) avrebbero di gran lunga preferito rispedirlo a casa. Vedremo. In ogni caso, questa novità è perfettamente in linea con le altre regole già introdotte nel funzionamento del daytime, regole che hanno contribuito a garantire un accesso meritocratico all’ultima, ambitissima, fase dello show. Solo per fare un esempio: quest’anno, a differenza di quanto è sempre avvenuto nelle passate edizioni, i Titolari sono stati giudicati non dai professori che, contemporaneamente, li preparavano ma da una selezionata Commissione Esterna, composta -sia per il canto che per il ballo- da esperti del settore. Tale modalità di valutazione è stata adottata con un fine specifico, quello di garantire che i dodici concorrenti che sono appena passati alla fase finale abbiano un elevatissimo livello di preparazione. Ma… siamo proprio sicuri che ciò abbia funzionato senza eccezioni?

Articoli Correlati