American Horror Story – Apocalypse: recensione e trama dell’episodio 8×06

di Alberto Muraro

American Horror Story – Apocalypse è finalmente arrivato! Lo scorso 12 settembre la serie prodotta da Ryn Murphy è sbarcata su FX con il suo solito carico di sangue, omicidi e misteri. L’ottava stagione di AHS, come vi avevamo raccontato qui su GingerGeneration.it ha come tema un crossover fra Coven e Murder House e scaturisce da un’idea di fondo molto angosciante, quella del cosiddetto “inverno nucleare”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

There are few pleasures in this new world. #AHSApocalypse

Un post condiviso da American H0rror Story (@ahsfx) in data:

Nel cast, troviamo tutte le glorie che già abbiamo amato nelle stagioni precedenti, più qualche succosa new entry. Fra i più amati, troviamo Sarah Paulson (la protagonista Venable), Evan Peters ed Emma Roberts. Tra i novi invece c’è l’iconica Joan Collins (Evie Gallant) e Cody Fern, che interpreta l’Anticristo.

Qui sotto trovate la trama della quinta puntata di American Horror Story 8 Apocalypse, intitolata Boy Wonder e la recensione della puntata su GingerGeneration.it!

 

 

TRAMA

Il mago Behold Chablis e Madison Montgomery tornano alla Murder House della prima serie di American Horror Story per scoprire le origini di Michael Langdon, il villain di questa serie. Il ragazzo è il figlio dello stupro di Tate Langdon ai danni di Vivien Harmon, nonché nipote della misteriosa Constance, interpretata da una sempre straordinaria Jessica Lange.

I due “interrogano” Constance, Vivian e il marito Ben Harmon, scoprendo piano piano tutti i lati oscuri del ragazzo. Michael Langdon è infatti dotato di un potere terribile e distruttivo. Il giovane è in pratica il figlio ed erede di Satana, tanto è vero che viene raggiunto da un gruppo di satanisti disposti ad adorarlo.

 

RECENSIONE

Si ritorna alle atmosfere della prima storica stagione di AHS. Ryan Murphy ritira fuori dal cappello tutti i personaggi più forti ed amati, dando vita ad un episodio non particolarmente cruento ma di certo molto interessante. Per la prima volta dopo molto tempo, inoltre, il regista e producer si rende protagonista di una scena davvero da brividi, quella in cui (spoiler) Michael mangia il cuore di una ragazza offertagli in sacrificio e alle sue spalle appare l’ombra del Demonio. La serie cresce, puntata dopo puntata. Davvero molto, molto bene.

 

 

Che cosa ne pensate della puntata 8×06 di American Horror Story – Apocalypse?

Articoli Correlati