Ambra Calvani e Gabriele de Pascali: audio e testo di Silenzio

di Alberto Muraro

Silenzio è il titolo di una canzone presentata al Festival di Sanremo Giovani nel 2016 dalla coppia composta da Ambra Calvani e Gabriele de Pascali.

Ecco cosa ha detto Baglioni su questa questione:

[smiling_video id=”27699″]

[/smiling_video]

 

Il brano, dal significato molto profondo e toccante, è di recente tornato agli onori delle cronache in occasione del Festival di Sanremo 2018. Sul sito Altrospettacolo, infatti, è apparso un audio confronto con il pezzo Non mi avete fatto niente, portato in gara da Fabrizio Moro e Ermal Meta. Se siete interessati a paragonare l’audio dei due brani, vi invitiamo a cliccare qui.

Clicca qui per saperne di più sulle accuse di plagio.

Resta ora il dubbio: Ermal Meta e Fabrizio Moro conoscevano il pezzo? Oppure si tratta di una semplice somiglianza? Ai posteri (leggasi: la commissione del Festival di Sanremo, capitanata da Claudio Baglioni) l’ardua sentenza.

Qui sotto trovate audio e testo di Silenzio di Ambra Calvani e Gabriele de Pascali.

Ambra Calvani e Gabriele De Pascali – Silenzio

Ambra Calvani e Gabriele De Pascali – Silenzio

 

Testo Silenzio Ambra Calvani e Gabriele de Pascali

questa è la mia testa
che ragiona differentemnete
a chi la vita la disprezza
a chi le mani se le sporca
queste sono le mie gambe
che mi servono per fare strada
che mi servono per ballare, camminare, prendere a calci nel culo a chi non vuole nel mio paese la giustizia

questa è la mia vita
e nessuno ne è proprietario
questa è la mia vita e nessuno può permettersi di cancellarla
o di farmi quel che vuole
questa è la mia vita
ed io l’infame della scorta
e questi i miei figli e lei è il mio amore

questa è la mia vita
e questo non è un sogno
ho imparato a camminare tra le spine sopra il fango
solo perché sono moglie di chi ha voluto o ha deciso
di difendere un suo simile servitore dello stato condannato in un istante
questa è la vita di una donna che non si arrende e che non versa lacrime fra la gente
perché la vergogna di chi ammazza è meglio di chi piange

non mi avete tolto niente
non avete avuto niente
questa è la mia vita che va avanti oltre tutto e oltre la gente

non mi avete tolto niente
non avete avuto niente
perché tutto va oltre, oltre le vostre inutili guerre

questa è la mia storia
una storia come tante altre
però finita a 40 anni
con i sogni ancora tutti sulle spalle
dove sono le speranze?
le ambizioni di progetti fatti insieme?
tu continuali per sempre perché non c’è mai la fine
e nessuna compassione
che sostiene che la morta sia la soluzione
perchè questa è la mia vita
perchè questa è la tua vita

sono consapevole che tutto qui non torna
la felicità volata come vola via una bolla
la passione la ragione la speranza l’illusione
crollati giù come un castello di cartone
non saremo così stupidi a restare nel silenzio a tenere bassi gli occhi
non saremo così stupidi a chiedere giustizia fino a farci sanguinare le corde vocali

non mi avete tolto niente
non avete avuto niente
questa è la mia vita che va avanti oltre tutto e oltre la gente
non mi avete tolto niente
non mi avete fatto niente
perchè tutto va oltre oltre le vostre inutili guerre

questa è la mia vita
nel silenzio vive sempre
questa è la mia vita e non è un gioco per niente

Aggiornamento: mentre eravamo in procinto di terminare la trascrizione del testo, il file audio di Silenzio è sparito dal sito RAI. Può darsi si tratti che il problema sia legato all’eccesivo traffico. Attualmente l’audio del testo è disponibile in formato integrale solo sul sito Fourzine.

Che ne pensate del caso Ermal Meta/Fabrizio Moro a Sanremo 2018? Secondo voi hanno davvero copiato Silenzio?

Articoli Correlati