29 aprile: si balla!

di admin

Nel 1982 vari enti relativi al mondo del balletto e l’UNESCO hanno deciso di creare la Giornata Mondiale della Danza per promuovere e diffondere i valori di questo linguaggio universale.
La giornata si svolge ogni anno il 29 aprile, in memoria della data di nascita (29 aprile 1727) di Jean Georges Noverre, definito l’ideatore del balletto moderno, e si svolge attraverso numerosi eventi organizzati in varie città del mondo.

Ci possono essere spettacoli particolari, corsi aperti, incontri, serate di danze, programmi televisivi e radiofonici. Per questa occasione, le compagnie, i comuni, le scuole o i semplici appassionati si mettono all’opera per creare momenti dedicati a questa disciplina così diffusa e tornata un po’ alla ribalta in Italia grazie anche trasmissioni come “Amici”.
 
A Budapest, per esempio, dal 17 al 29 aprile, il Teatro Nazionale della Danza ospiterà le premiére di numerosi gruppi nazionali e non con la presenza del Shen Wei Dance Arts di New York, uno dei gruppi più apprezzati nel mondo internazionale della danza.

Milano
Se, invece, vogliamo dare un’occhiata a cosa abbiamo sotto casa troviamo che Milano ha dedicato tutto il mese di aprile alla danza e chiude questo festival con tre speciali giornate.
Il 27 aprile l’Accademia Teatro alla Scala si apre a tutti gli aspiranti danzatori dagli 11 ai 22 anni che potranno seguire due lezioni di danza classica e nel pomeriggio, all’Ottagono in Galleria Vittorio Emanuele, il Ballo di Primavera diventa occasione di svago con balli di gruppo, dance, hip hop, balli latino-americani, danze tradizionali africane, tango, mazurca…

Il 28 e il 29 aprile all’Ottagono della Galleria Vittorio Emanuele e alla Loggia dei Mercanti si terranno vari spettacolo mentre alla Fabbrica del Vapore, è offerta a tutti una vetrina di workshop gratuiti, curati da insegnanti e coreografi di rilievo con un’attenzione particolare rivolta alla disabilità. Il 29 aprile, inoltre, un Tram che danza percorre la città e diventa palcoscenico per danzatori e terminerà la sua corsa al Teatro degli Arcimboldi per l’evento finale della manifestazione: Des gens qui dansent del famoso coreografo Jean-Claude Gallotta. Prima dello spettacolo, Ismael Ivo, direttore del Settore Danza della Biennale di Venezia leggerà il messaggio al mondo della Danza dedicato alla disabilità.

Bologna
A Bologna, invece, il 29 aprile tutti i ballerini e gli amanti dell’arte del movimento scenderanno in campo creando alle 10  frammenti di danza, momenti coreografici, brevi performances, letture di testi o semplicemente la lettura del messaggio dell’UNESCO per la giornata della danza 2008 e tutto questo saà ripetuto in vari luoghi per l’intera giornata. Il 29 e il 30 aprile, inoltre, le scuole di danza apriranno le porte a tutti coloro che vogliono assistere, provare o semplicemente conoscere meglio la danza.

Cosa organizza la tua città o la tua scuola di danza? Lascia un commento!

Articoli Correlati