Uno stilista per le Barbie

di Francesca Parravicini

Vestire le modelle è un lavoro che si chiama stylist. Ma vestire le Barbie? Se consideriamo il fatto che queste bambole sono state lo specchio della moda e dell’evoluzione dello stile femminile per lungo tempo, possiamo dire di sì. Lo stylist delle Barbie ha un nome, Rock&Rouge, newyorkese trapiantato in Brianza.

Passione Barbie

Una passione iniziata 12 anni fa e che verrà esposta in una mostra nella Villa Tittoni di Desio, dal 11 al 23 dicembre: una sola bambola per mille varianti, dalla biker alla cheerleader, sino ad arrivare ai due pezzi clou, Barbie e Ken nei panni di Maria Antonietta e Re Sole. La prima Barbie che Rock&Rouge ha usato come “modella” è stata una riproduzione della Statua della Libertà, da allora ne ha vestite seicento. Un lavoro lungo, che richiede vari giorni, per applicare le perline e i vari componenti, certamente meno difficile rispetto a vestire una donna vera, “vuoi mettere trenta centimetri contro un metro e ottanta?” dice l’artista. Ma la mostra non un traguardo ma “un punto di partenza. Ora voglio aprire una mostra in America” aggiunge. E siamo sicuri che ci riuscirà. D’altronde è la patria della bionda più famosa.

Articoli Correlati