Scuola: bonus di 150 euro agli studenti meritevoli

di admin

A Milano la preside dell’Istituto Tecnico Industriale Feltrinelli ha deciso, insieme al collegio docenti, di premiare gli studenti meritevoli con una borsa di studio di 150 euro assegnata alla fine del primo e del secondo quadrimestre. La notizia ha creato molto scalpore nel mondo della scuola e per capire meglio questa inziativa abbiamo raggiunto via telefono la preside stessa. Annamaria Indinimeo ci ha raccontato che lei, e i professori stessi, hanno notato che l’impegno degli alunni era scarso nel primo quadrimestre ed invece aumentava nel secondo. Quindi il piccolo assegno in primis vuole motivare i ragazzi a studiare sin dall’inizio dell’anno scolastico e a concentrarsi anche durante i primi mesi di lezione. Molti di loro infatti correvano ai ripari all’ultimo, per strappare qualche sei e per aggiustare la media. Inoltre i 150 euro, spendibili a loro piacimento, voglio sfatare la concezione dell’alunno secchione un po’ “sfigato”, chi studia e raggiunge ottimi risultati va premiato e non ghettizzato. Le famiglie e gli studenti stessi hanno accolto molto bene questa iniziativa che, per quanto contestabile, è sicuramente moderna e con ottimi fini. Al momento è in via sperimentale e quindi solo a fine anno si potranno vedere i risultati.
A chi contesta la tipologia di premio, forse si potevano scegliere ad esempio bonus per i libri, la preside risponde convinta: “Mi fido dei miei studenti e dell’uso responsabile che fanno del proprio denaro. Alcuni alunni premiati mi hanno già comunicato di voler spendere le borse di studio per l’acquisto di libri di testo, ma anche se volessero uscire a mangiare una pizza con gli amici non credo che ci sarebbe niente di male, anzi!”

Voi che ne pensate? E’ giusto secondo voi? Nella vostra scuola ci sono borse di studio per gli studenti più bravi?

Articoli Correlati