Sanremo 2018: Ermal Meta e Fabrizio Moro spiegano il significato di Non mi avete fatto niente!

di Laura Valli
ermal meta

Ermal Meta e Fabrizio Moro a Sanremo 2018 canteranno Non mi avete fatto niente, un brano che sa coniugare un testo delicato con una musica rock.

Un paio di giorni fa, al Corriere della Sera, Ermal Meta e Fabrizio Moro hanno spiegato cosa li ha portati a fondere le loro caratteristiche vocali ed interpretative, per dare vita ad un duetto inedito.

Non mi avete fatto niente, è nata subito dopo e come risposta agli attentati al concerto di Ariana Grande a Manchester, durante i quali persero la vita tanti fans del cantante americana.

Pochi giorni dopo dovevo suonare al PalaEur di Roma. Ho iniziato a ricevere email e messaggi in cui mi chiedevano se lo show ci sarebbe stato ugualmente. C’è stato un minuto di silenzio, ho sentito un’energia più intensa salire dalla platea, vedevo tanti abbracci“, ha spiegato Fabrizio Moro nell’intervista al Corriere della Sera

Parlando sempre si come è nato questo brano Ermal Meta ha volare che inizialmente è stato aggiunto una semplice risposta emotiva e artistica ai terribili fati che si susseguivano, e di aver capito pian piano che :

Quando si ha paura, o freddo, ci si abbraccia. La musica ha un ruolo di aggregazione e sveglia le coscienze più di un discorso politico. Porta la gente a stare insieme“… “Quando hai a che fare con la morte, il terrore e la paura, è il momento di tirare fuori la parte più coraggiosa dell’anima“.

Nonostante i bookmaker vedano Ermal Meta e Fabrizio Moro come favoriti per la vittoria finale, i due cantanti al corriere della Sera hanno confermato che la loro collaborazione non proseguirà oltre il Festival di Sanremo.

Anzi ambedue stanno progettando dischi separati e tour distinti, dei quali trovate i biglietti sono in prevendita su TicketOne e in tutti i canali abilitati alla vendita.

Cosa ne pensate di Non mi avete fatto niente, il duetto tra Ermal Meta e Fabrizio Moro?

Articoli Correlati