Olimpiadi 2016: fair play al femminile, due atlete si fermano in corsa per aiutarsi a vicenda (VIDEO)

di Alberto Muraro

Le Olimpiadi 2016 di Rio de Janeiro verranno ricordate, fra le altre cose, anche per uno dei momenti di fairplay più belli nella recente storia dello sport: qualche ora fa, durante la seconda finale dei 5000 metri piani, due atlete appartenenti rispettivamente agli Stati Uniti e alla Nuova Zelanda sono cadute nel bel mezzo della gara ma, invece di proseguire nella sfida, si sono fermate per aiutarsi a vicenda.

Ecco, in breve, quello che è successo: nel pieno della gara, il gruppo in testa frena in maniera inaspettate, le due vengono sorprese, Nikki Hamblin inciampa e la statunitense Abbey d’Agostino le cade sopra. Abbey però si rimette in piedi rapidamente, nonostante l’anca dolorante, e aiuta la collega a rialzarsi e rimettersi in gioco. Poco dopo succede l’impensabile: stavolta a cadere è l’americana e, con un commovente spirito olimpico, la neozelandese la tira su da terra, per proseguire poi la gara fino al traguardo insieme.

Come nella migliore delle favole, anche questa storia svoltasi alle Olimpiadi 2016 ha un lieto fine: entrambe le atlete sono state ripescate e, nonostante Nikki abbandoni il campo in sedia a rotelle, disputeranno la finale. Ancora insieme, ancora fianco a fianco, ma questa volta con un atteggiamento completamente diverso: quello da due vere amiche, e non da sfidanti!

Qui trovate il commovente video tratto dalla semifinale dei 5000 metri alle Olimpiadi 2016: vi siete commossi anche vo

Articoli Correlati