Lui 34 anni, lei 13: si può chiamare amore?

di admin

Il caso giudiziario
Lui 34 anni, lei 13. L’abbiamo sentita in tutti i TG, la storia dell’amore tra i due, separati da ben 21 anni di differenza. Ma si può davvero parlare d’amore?

Ecco i fatti
Antonio Di Pascale, macellaio in un supermarket di Vicenza, single. Incontra P.*, ragazzina immigrata di 13 anni, fuori dalla scuola media che lei frequenta.
Di Pascale corteggia la ragazza proponendole un giro in auto, lei accetta, senza sospettare il rischio che corre: lo stupro.
Riuscendo ad opporsi solo debolmente alla violenza, la ragazza, impaurita  e soggiogata, finisce per incontrare il macellaio altre volte, senza ribellarsi all’insistenza di lui e nascondendo tutto ai genitori.

La "relazione" tra i due viene scoperta dolo 4 mesi dopo, quando un poliziotto incontra la coppia e, insospettito dalla differenza di età, intuisce il rischio di sfruttamento sessuale da parte dell’uomo nei confronti della ragazzina. Scatta l’arresto per Di pascale, con l’accusa di violenza sessuale e atti sessuali con minorenne.

In Tribunale Di Pascale, anziché essere condannato a 6 anni e 6 mesi di carcere, pena richiesta dal pm (quella massima prevista per reati di questo tipo è di 12 anni), se la cava con 1 anno e 4 mesi, più 20000 euro di risarcimento danni. Motivazione insospettabile: secondo la sentenza i due erano innamorati, e ciò sarebbe dimostrato dalla "squisita tenerezza" che l’uomo avrebbe manifestato nei confronti della ragazza e dal "consenso" della minorenne, che rispondeva agli sms di lui e accettava i regolari incontri.

Cos’è l’amore?
Amore è conoscersi, scegliersi
Amore è condivisione di esperienze comuni
Amore è libertà
Amore è urlare al mondo quanto si è felici
Amore è un percorso graduale

L’amore è questo e tante altre cose, ma di sciuro esclude lo stupro, l’adescamento, l’imposizione.. inoltre l’amore può nascere tra persone di età molto diverse, ma è molto difficile, poi, capirsi quando si vivono sentimenti ed esperienze totalmente diverse. E soprattutto, l’amore deve poggiarsi sulla conoscenza e sulla fiducia, non sul timore di dire di no.

Bastano modi teneri per farci sentire amate da un uomo che vuole solo fare sesso con noi? Ma soprattutto: questo si può chiamare "amore" o è piuttosto "adescamento"?

Questa storia fa pensare immediatamente al film di Moccia "Scusa, ma ti chiamo amore". Nel film, però, il protagonista non è un macellaio che stupra una minorenne e, soprattutto, è interpretato da Roul Bova!
Ragazze, siamo tutte d’accordo che Bova è un gran bell’uomo, ma nella vita reale, andreste mai con un uomo che ha 20 anni più di voi?

Articoli Correlati