La casa di carta 3: Il grande ed emozionante omaggio a Berlino!

di Elisa Baroni
la casa di carta

La terza parte de La casa di carta è disponibile da oggi su Netflix (leggi la recensione del primo episodio). Il ritorno della banda e del professore è stato in grande stile. Questa terza stagione è anche un grande omaggio a un personaggio che abbiamo amato: Berlino.

Già sapevamo che la terza stagione de La casa di carta sarebbe stata itinerante e che la banda avrebbe di nuovo fatto fronte comune per salvare Rio. Nel primo episodio Tokyo riesce a raggiungere Il professore che richiama tutti per liberare Rio dalle presunte torture a cui è sottoposto. La banda diventa ancora di più un simbolo di resistenza civile agli abusi e alle violazioni dei diritti. Il piano prevede la presa del Banco di Spagna per arrivare ad avere l’oro. Scopriamo che questo piano un po’ suicida era precedente a quello della Zecca.

In un flashback infatti Il professore arriva a Firenze e in piazza del duomo c’è Berlino ad aspettarlo. Berlino abita in un monastero e insieme all’ingegnere Martin ha in mente un piano folle per rubare l’oro dalla Banca nazionale spagnola. L’ingegnere è profondamente legato a Berlino e in altri flashback si scontrerà con Il professore per averlo lasciato morire.

Nel momento in cui la banda riunita pensa se sia il caso di intraprendere questa folle impresa abbiamo un altro omaggio a Berlin. Il professore ricorda a tutti che grazia al suo sacrificio hanno avuto il tempo necessario per la fuga. Il ritorno di Berlino nei flashback con il suo stile elegante e la sua ironia saranno sicuramente amati dal pubblico.

Ecco le reazioni su Twitter al ritorno della banda de La casa de papel 3:

E voi avete già iniziato a vedere la terza parte de La casa di carta?

Articoli Correlati