Jovanotti fa la statua

di admin

Viene inaugurata oggi "Il gioco del mondo", la "mostra " delle strane opere di Sergio Pappalettera, un uomo che non ama la parola mostra e non ama essere definito un artista. Eppure di "opere" ne ha realizzate nella sua vita, creando le copertine e i booklet di cd per artisti famosissimi, come Jovanotti, 883, Giorgia, Laura Pausini, Pino Daniele, Franco Battiato, Adriano Celentano, Fabrizio De André, Renato Zero, Raf.

Nato nel 1961, oggi Pappalettera è anche regista di videoclip: è opera sua il video di "Salvami" che ha vinto nel 2002 il premio per la regia come miglior video di ricerca, ma non perde occasione di portare avanti una ricerca artistica più ampia, che comprende sculture e installazioni come quelle che verranno presentate oggi alle 19.00 alla Triennale di MIlano Bovisa.

Il gioco del mondo
Si tratta di un percorso molto divertente – non per niente la "mostra" è chiamata "Il gioco del mondo" – che da la possibilità ai visitatori di interagire con le opere, tra cui si trovano un gigantesco castello di carte da gioco con i ritratti delle icone del nostro tempo e una controfigura dei celebri 85 piedi di Michelangelo.. messa a disposizione dei visitatori per essere… distrutta come fece un vandalo nel 1991 a Firenze. Per chi non si accontentasse c’è anche la possibilità di sdraiarsi entro una bara griffata Louis Vuitton, giusto per scoprire cosa si prova (!)

Jovanotti diventa scultura
Di provocazione si tratta, insomma, e non solo di gioco. E non stupisce che il neosposo Jovanotti si sia reso disponibile per un amico di vecchia data come Pappalettera, che ha disegnato le cover di diversi suoi album e girato video per lui. Stasera Lorenzo Cherubini si trasformerà in un "uomo statua", cantando per tre ore lo stesso inno. La stessa esposizione di Pappalettera prende il nome da una canzone di Jovanotti e presente unicamente nella special edition del suo ultimo album, Safari.

Articoli Correlati