Irama: Nera è un plagio? Ecco la risposta del cantante

di Giovanna Codella
irama amici 18

Il cantante Irama è stato accusato di plagio da Le Iene, in un servizio andato in onda nella puntata trasmessa su Italia Uno ieri sera, domenica 15 dicembre.

L’inviato Nicolò De Devitiis ha messo a confronto la sua hit Nera, una delle canzoni di maggior successo di Irama, con un altro brano di un autore sconosciuto, almeno per il grande pubblico. Sarebbe stato proprio quest’ultimo a scrivere al programma spiegando di aver inviato un audio demo del suo brano (Fuori tutto brilla) alla stessa ex agenzia di Irama. E questo tre mesi prima dell’uscita del tormentone.

Domenico, questo il nome del ragazzo, non avrebbe mai ricevuto una risposta dalla Newco Management e sostiene che per questo motivo il successo della canzone di Irama non sarebbe lecito. Il giovane ha dunque deciso di rivolgersi a un perito musicale. E dall’analisi sarebbe emersa “una somiglianza insindacabile”. La Iena, allora, ha deciso di far incontrare Domenico e Irama.

Il cantante, però, davanti alla spiegazione su quanto sta accadendo ha pensato che si trattasse di uno scherzo. A nulla sono valsi i tentativi di De Devitiis per convincerlo: “Vi dico una cosa importante, devi farti il mazzo e impegnarti tanto”, ha detto il cantante a Domenico: “Non pensare a fare cavolate, pensa a metterci amore nella musica”. I due si sono più o meno chiariti, ma il dubbio è rimasto: di chi è la paternità di Nera? Ecco la risposta di Irama,  pubblicata via social subito dopo:

“Ho visto con molto dispiacere un servizio in cui un ragazzo sostiene di aver inviato un brano simile a Nera 3 mesi prima della pubblicazione al mio ex management, ovvero nel febbraio 2018. Nera è stata scritta nel 2017, come dimostra questa email”.

Articoli Correlati