Il trono di spade: nel primo prequel non ci saranno i draghi?

di Elisa Baroni
il trono di spade

L’ottava e ultima stagione de Il trono di spade uscirà il prossimo Aprile (guarda il teaser qui). Già da alcuni mesi però è stato dato l’annuncio che ci saranno diversi prequel. Il primo che si intitolerà La lunga notte avrà tra i protagonisti Naomi Watts. EW ha incontrato George R.R. Martin per capire qualcosa in più su questo salto nel passato di Westeros.

Il primo prequel de Il trono di spade sarà ambientato circa 5000 anni prima degli eventi che tutti conosciamo. Westeros sarà un luogo molto diverso, ha detto l’autore dei romanzi e prodtture esecutivo. Non c’è Approdo del Re. Non c’è il trono di spade. E non ci sono nemmeno i Targaryen. Infatti Valyria (l’antenato più spesso citato di Danerys ndr) non ha ancora iniziato a regnare con i suoi draghi sul grande impero che costruirà.

Stando a quanto si legge su Westeros.org  i draghi arrivarono dopo La lunga notte. Mentre Westeros si stava riprendendo dalla grande notte, si legge sul sito. A Essos, il pacifico popolo di pastori della penisola di Vaylria trovò i draghi. Il loro nascondiglio erano i quattordici fuochi, un’iimensa catena di vulcani che si estendeva attraverso la penisola. I valeriani addomesticarono i draghi con la magia e ottennero così molta influenza su tutta l’area. La casa Targaryen acquisirà immenso potere dopo la distruzione del popolo di Valyria. Erano infatti i soli signori dei draghi rimasti.

L’epoca quindi non prevede la presenza di draghi ma questo non vuol dire che non ci saranno. Sicuramente se la sceneggiatrice Jane Goldman li vorrà troverà un modo per farli entrare in scena.

E voi, cosa vi aspettate dal primo prequel de Il trono di spade?

Articoli Correlati