Il "colpo della strega" non ha mai fatto così ridere!

di admin

"E’ vero che c’è gente che si sorbisce dei mattoni tremendi di tre ore nei grandi teatri di cultura italiani, ma noi siamo giovani e brillanti. Non possiamo permetterci nemmeno un minuto di noia. Lo scopo nostro è divertire senza nessuna pretesa intellettuale".

Così è la filosofia guida di Enrico Beruschi, comico televisivo e da diversi anni regista di spettacoli teatrali, e così è la commedia "Il colpo della strega", in scena al teatro Caboto di Milano fino a domenica 28 Ottobre: giovane e brillante.

Merito dell’originalità dei personaggi: la bella e ingenua Lisetta, alle prese con un marito fedifrago, il Bartesaghi, uomo che nella vita "vende fumo" o meglio stufe che funzionano anche con l’olio di semi di girasole (e fanno "profumare" la casa di rosticcieria :-)); la madre di lei, la Colonnella Lecchinpié: un nome, una garanzia!; la coppia di amici Ademaro e Susanna, esperta di tradimenti in quanto nipote del commediografo Faydou, famoso cantore di tradimenti in tutte le salse.

La trama si potrebbe riassumere citando due battute del copione. Dice la moglie all’amica: “…figurati che un mattino ricevo un biglietto anonimo che diceva: « Suo marito la tradisce. Martedì ha pranzato alla “patata d’oro” con una brunetta. » Allora l’amica domanda: “ e il martedì aveva pranzato fuori?” “No, è rimasto in casa e non è mai uscito per tutta la serata” afferma innocente la moglie.
Sia il biglietto anonimo che l’affermazione della moglie corrispondono a verità: come è possibile?

Quale misterioso trucco si nasconde dietro all’apparente innocenza del Bartesaghi? Riuscirà il venditore di stufe a vendere anche il fumo delle proprie bugie alla moglie, o verrà smascherato dal raffinato "fiuto" di Susanna?

Il colpo della Strega (il titolo viene dall’infortunio che fa da chiave di volta per la soluzione del mistero) è una commedia comica scritta da Maurice Hennequin (1863-1926), commediografo noto per la sua capacità di creare situazioni talmente paradossali ed allo stesso tempo tanto elementari, da scatenare tra il pubblico quella risata liberatoria e un po’ incredula che molti imitatori hanno cercato invano di riprodurre. Le sue commedie comiche più famose sono “Le pillole di Ercole” e “La Presidentessa”, rappresentate anche oggi, in adattamenti e riscritture.

Citato nella commedia ma esitente nella realtà è Georges Feydeau, scrittore di vaudeville e contemporaneo a Hennequin. Considerato uno dei più grandi autori di commedie dopo Molière, ha indagato il tema “tradimento” da tutte le possibili angolazioni, sfruttando le bugie e i malintesi che fanno da corollario alle vicende amorose dei suoi personaggi, il tutto unito ad eventi assurdi, occasionali, che scatenano situazioni comiche paradossali, con innumerevoli colpi di scena al limite della realtà.

Tutte le foto a corredo dell’articolo sono di Agostoni Cristian.

Il colpo della strega
Regia di Enrico Beruschi
Assistente alla regia Anna Battaglia
Scenografia di Katia Giammarino

Con:
Giacomo Agosti, Andrea Arrigoni, Anna Battaglia, Antonella Del Curto, Andrea Forneris, Gianluca Frigerio, Boris Makaresko, Raffaella Pastorelli, Gigi Torinese.

Costo del biglietto: 12 euro.

TEATRO CABOTO
via Caboto, 2
Milano
Infoline: 02.70605035
Gli spettacoli vanno in scena alle ore 21:00. Domenica ore 16:00.

Articoli Correlati