GingerGeneration.it intervista Luciano Spinelli: “presto mi vedrete su Just Dance 2018!”

di Alberto Muraro

Lo scorso 1 ottobre si è tenuta al Fabrique di Milano l’attesissima finale della Muser Battle, il contest con il quale Musical.ly, il noto social network fortissimo fra i più giovani, ha incoronato i miglior creatori di contenuti sia a livello italiano sia a livello europeo. L’evento (e il relativo tour) sono stati organizzati da Making Studios e 2MuchTv, in partnership ufficiale con musical.ly.

Carichi per la finale della #TheMuserBattle! #musically #fabrique #milano

A post shared by Ginger Generation (@gingergeneration) on

Le giudici della #TheMuserBattle! #musically #fabrique #milano

A post shared by Ginger Generation (@gingergeneration) on

All’evento, durato fino a sera inoltrata, ha partecipato anche uno dei muser più celebri in italia, Luciano Spinelli, in veste di giudice per la finale del torneo europeo, che ha riservato tante emozioni e anche qualche sorpresa.

GingerGeneration.it ha avuto la fortuna di intervistare Luciano poco prima che salisse sul palco, ecco cosa ci ha raccontato!

Ciao Luciano, innanzitutto come stai?

Molto bene grazie sono felice di essere qui!

Parliamo di musical.ly, grazie al quale ti sei fatto conoscere. Com’è iniziato il tuo percorso?

L’ho scoperto grazie a Lisa e Lena, sono due sorelle che facevano dei video che mi piacevano un sacco e così un giorno ho deciso di scaricare anche io l’app e mi è piaciuta fin da subito tantissimo. All’inizio ho fatto un sacco di video, se non erro però il primissimo che ho caricato è stato sulle note di Sorry di Justin Bieber!

Grande! Sorry piace molto anche a noi! Ma hai un genere di riferimento?

A me piace la musica in generale, quindi non sono il tipo che si fossilizza su un genere unico. Diciamo che il pop comunque mi piace molto, fra i miei artisti preferiti ci sono Justin Bieber, Ariana Grande e anche Shawn Mendes. Quest’ultimo l’ho anche visto di recente in concerto ed è stato fenomenale!

C’è stato un momento preciso in cui ti sei reso conto di essere “famoso”?

Io personalmente ancora non mi sento di poter dire di essere famoso, mi suona strano! Però ti posso dire che quando c’è stato il firma copie del mio libro, Insieme – Il mio diario nelle vostre mani, al Mondadori Store di Piazza del Duomo, sono rimasto davvero senza parole, c’era una quantità di gente che mai mi sarei aspettato di vedere. Fra l’altro ci sono stati tantissimi genitori che si sono avvicinati per ringraziarmi di quello che ho fatto per i loro figli: sai, io ho sofferto di bullismo e ho scelto di utilizzare il mio canale Youtube anche per parlare di questo tema e lanciare dei messaggi positivi!

Che cosa c’è nel futuro di Luciano Spinelli? Cosa ti piacerebbe fare da grande?

Prima di tutto, voglio studiare. Ora ho 17 anni, devo finire la scuola, e poi vorrei studiare recitazione, che è una delle mie passioni. Preciso che non so se voglio fare proprio l’attore, ma sento di avere il bisogno di imparare qualcosa: oltre al ballo, che faccio comunque in modo amatoriale e come passione, ho sempre avuto questo pallino!

Parliamo adesso di Just Dance 2018, il videogame in cui ti vedremo partecipare a breve!

Sì sono davvero felice di far parte di questo progetto, anche perché è un videogioco che conosco bene e mi è sempre piaciuto! Quando mi hanno chiesto di prendere parte a questo progetto non ci credevo, e infatti all’inizio mi sentivo un po’ titubante ma il team che ha lavorato con me mi ha aiutato ad essere più fiducioso in me stesso. All’interno del videogame, che uscirà il 26 ottobre in Italia, mi vedrete ballare: sarò proprio uno dei coach di cui dovrete seguire le movenze!

Qui sotto trovate il video saluto di Luciano Spinelli a GingerGeneration.it: acquisterete anche voi Just Dance 2018?

 

Articoli Correlati