Ghali: audio e testo di Habibi (che in arabo significa “Amore mio”)

di Alberto Muraro

Il grande giorno per Ghali è arrivato: quest’oggi, venerdì 26 maggio, il rapper tunisimo naturalizzato milanese pubblica il suo primo, vero disco intitolato semplicemente “Album”, un progetto discografico bellissimo e ambizioso che segnerà un punto di svolta per il rap italiano.

Le regole del gioco sembrano infatti ormai cambiate, così come i gusti del pubblico: quello che va adesso è la trap, e Ghali (insieme a colleghi del calibro di Sfera Ebbasta e il suo producer Charlie Charles) ne è uno dei massimi esponenti. Questo “nuovo” genere (si fa per dire) è infatti diventato il nuovo punto di riferimento per i giovani italiani, che mandano perennemente pezzi di questo tipo in cima alle classifiche di iTunes e, soprattutto, di Spotify.

In effetti, è proprio grazie a Spotify che Ghali è riuscito a farsi conoscere dal grande pubblico, forte di un successo a dir poco straordinario che l’ha portato a sfondare qualunque record di streaming grazie a brani come Ninna Nanna o Pizza Kebab.

Qui sotto trovate Habibi (in arabo “amore mio”) di Ghali: che ne pensate?

 

Testo

mi piace fumare con lei della flora
in altre città d’Europa
tenerla da dietro e sbanfare l’aroma
mentre cucina qualcosa di appetitoso
bere vino rosso
guardare dei documentari e sull’universo e su come funzione
è la via di Carlito
ma con un lieto fine
come andare in paradiso
ma senza morire
è una rosa senza spine
fuck le energie negative
tra i tuoi amici ci son delle spie
alla faccia di chi lo va a dire

ah Willy Willy neri neri
fumiamo i casini, beviamo i problemi
fammi un applauso con i piedi
ora che sono ancora in piedi
qua non ti ascoltan quando hai sete
ti stanno addosso quando bevi

Habibi, Habibi, habibi, habibi
habibi, habibi, habibi, habibi

scusa ? mamma se mamma cusa
quando torno tardi sei la mia scusa
tu sei il mio rifugio se sta porta è chiusa
volevo fare il pilota
stare in alta quota
ma questi anni di volo
non voglio stare da solo
e quindi hostess
sono sporco qui, si
non lasciami così
davanti a tutti così
tu sei da sempre il mio sogno lucido
ho da sempre voluto il mio numero
che tu fossi la mia baby sitter
che tu fossi la prof di recupero

sono settimane che ti provo a chiamare
tu fai la presa a male
posti foto col cane
scrivi e dici che è il tuo unico amore
così non vale
baby così non vale
non si fa così eh

ah Willy Willy neri neri
fumiamo i casini, beviamo i problemi
fammi un applauso con i piedi
ora che sono ancora in piedi
qua non ti ascoltan quando hai sete
ti stanno addosso quando bevi

Habibi, Habibi, habibi, habibi
habibi, habibi, habibi, habibi

Articoli Correlati