Generation What: come se la sono cavata Benji & Fede in tv?

di Claudia Lisa Moeller

Generation What è andato in onda venerdì sera. Per chi non l’avesse visto può sempre recuperare lo speciale cliccando questo link della RAI. Cosa possiamo dire di questo programma? Cosa ne pensiamo di Benji & Fede come conduttori?

Prima però che GingerGeneration.it dia i voti ai due conduttori vogliamo dire un paio di cose sul programma Generation What. Per chi non lo sapesse il programma verte intorno a questo sondaggio indetto dalla comunità europea. Questo sondaggio (a cui potete accedere qui) è un questionario di qualche decina di domande destinato per i giovani d’oggi. La fascia di pubblico interrogata è trai 16 e i 34 anni.

Questo primo dettaglio mi ha portato a stupirmi un po’ di alcuni “ospiti” speciali chiamati a commentare e rispondere ad alcune domande presenti nel sondaggio. Io ho massima stima di Linus, ma non è proprio giovanissimo il DJ: ha qualcosa come sessant’anni… E ancora Nicola Savino, 48 anni? O ancora Francesco Facchinetti  con i suoi 36 anni? Se il sondaggio era rivolto ai giovani, sono per lo meno diversamente giovani alcuni degli intervistati…

Inoltre non ho capito perché uno ha risposto al sondaggio con nonno e mamma e per lo più si sentiva la voce delle due generazioni non chiamate a rispondere. Insomma un po’ di confusione anagrafica che non ho capito a cosa sarebbe dovuto servire. A comprendere come le nuove generazioni sono diverse dalle vecchie? O come sono simili invece? Tra l’altro anche un paio di ragazzi che rispondevano al sondaggio non sembravano nemmeno tanto giovani…

Comunque sia questa è la prima perplessità in merito a Generation What, ma è nulla in confronto a questo punto. Il programma era lodevole, nato con le premesse di pubblicizzare e rendere noti alcuni primi risultati del sondaggio. Dunque si può sapere perché la RAI ha deciso di mandare in seconda serata di venerdì sera, anzi il primo venerdì sera di settembre, un programma del genere?

Se volevano che qualche giovane lo guardasse, hanno proprio scelto la fascia d’orario più adatta. Non bastano Benji & Fede per questi miracoli. Potevano almeno piazzarlo su una rete più seguita dai giovani e in un orario più comodo o utile.

Inoltre è stato un vero spreco che spesso non si è paragonato il dato italiano con quello europeo: la pensiamo uguale noi e un olandese? Su alcune domande poteva essere anche molto illuminante dedicarci un po’ più di attenzione. Per esempio, sul nazionalismo molti paesi europei vedono il dato come negativo; mentre l’Inghilterra fresca di Brexit vede il nazionalismo come positivo. Dunque queste differenze potevano essere accentuate e meglio documentate.

E arriviamo a Benji e Fede. I medley delle loro canzoni, per quanto apprezzabili, non erano molto in linea con il programma e il tema affrontato. Unica vera pecca dei due giovani conduttori sono stati alcuni siparietti un po’ rigidi. Dobbiamo però ricordarci che era la loro prima volta, quindi sono giustificati. Sono così giustificate anche le loro uscite (studiate?) per far sclerare le fan.

Per noi Benji e Fede passano la prova di conduttori tv con un 8-. Erano un po’ rigidi, ma siamo sicuri che miglioreranno. Quindi diciamo che con Generation What hanno ben incominciato, forse, la loro nuova carriera sul piccolo schermo. Carlo Conti, Paolo Bonolis e Antonella Clerici iniziate a tremare!

https://twitter.com/fenjiarms/status/771681145071214592

E tu cosa ne pensi di Generation What? Come se la sono cavata Benji & Fede alla loro prima esperienza?

Articoli Correlati