Fratelli in Erba: la commedia noir per cui Edward Norton si fa in due

di Laura Boni

Cosa hanno in comune un fascinoso professore universitario di filosofia classica e uno zotico coltivatore di marijuana con un forte accento campagnolo?! Niente! a parte che sono fratelli gemelli e che, nel nuovo brillante film di Tim Blake Nelson, Fratelli in Erba, sono interpretati dal medesimo attore: l’indimenticabile interprete di Fight Club, Edward Norton. Nelle sale dal 17 settembre, il film ha un talentuoso cast tra cui appaiono lo stesso regista Tim Blake Nelson, il premio Oscar Susan Sarandon (Thelma e Louise) e la protagosta della serie Tv degli anni ’90 Felicity, Keri Russel.

Ritorno alle origini

Bill Kincaid (Edward Norton) è uno stimato giovane professore di filosofia classica della facoltosa Brown University, che riceve la scioccante notizia che il fratello gemello è stato assassinato e decide di tornare nella sua città natale nella zona più rurale dell’Oklaoma, che aveva lasciato anni prima in cerca di una vita migliore. Al suo arrivo, però, si rende conto che il folcloristico fratello Brady (un irriconoscibile Edward Norton), ha simulato la sua morte per riportare a casa il fratello e attuare il suo piano e risolvere i suoi problemi economici con i capi del mercato della droga locale. Gli spettatori si trovano, così, a condividere la tragicomica esperienza di Bill alle prese con un piano delirante e una famiglia disfunzionale in un paesino sperduto nel profondo Sud degli Stati Uniti: il bizzarro Brady, il gemello, infatti, gestisce una rudimentale, ma strutturalmente ingegnosa coltivazione di marijuana, insieme all’amico di vecchia data Bolger (Tim Blake Nelson). La madre Daisy (una meravigliosa Susan Sarandon),invece, è una ex hippy strafatta, fuggita dalla società scengliendo di andare a vivere prematuramente in una casa di riposo per anziani.

Il doppio

Fratelli in erba è un film che regala senz’altro risvolti inaspettati grazie ad una trama incalzante e brillante, ricca di humor intelligente e personaggi e situazioni spesso surreali. Vedere la dolce "Felicity" (Keri Russell) che pesca e deviscera pesci gatto a mani nude mentre recita poesie è sicuramente bizzarro, ma rispecchia alla perfezione l’intera immagine di una pellicola in cui il gemello "campagnolo", usa le sue brillanti doti ingegneristiche per costruire impianti di coltivazione di droga e quello civilizzato si dedica allo studio e alla carriera accademica per scappare da insicurezze e paure infantili in nome dell’equilibrio. Questo di Nelson è un film interessante, curioso, spiazzante, che mette insieme risate e filosofia, Whitman e Socrate, e che tenta di andare in profondità. Un film coraggioso sulle ferite che rimangono, sulla disperata ricerca di se stessi e di un irraggiungibile equilibrio, sulle paure da affrontare, e tutto condito da sfumature noir. Perfetto Edward Norton nel doppio ruolo, è talmente credibile in entrambi questi personaggi così diversi che spesso ci si dimentica che si tratta dello stesso attore; ottimamente supportato dal resto del cast.

Non perdetevi l’occasione di vivere un esperienza divertente e spiazzante con questo interessante film indipendente con Edward Norton, nelle sale dal 17 settembre. 

 

 

   

Articoli Correlati