Becoming Jane. gli amori di Jane Austen

di admin

Venerdì 12 Ottobre esce nelle sale Becoming Jane: di Julian Jarrols, con Anne Hathaway e James McAvoy.

Il genio di Jane Austen viene spesso paragonato a quello di Shakespeare, i suoi romanzi hanno raccolto la stima dei più grandi nomi della letteratura tra cui Samuel Taylor Coleridge, Virginia Wolf, G.H Lewes; "Orgoglio e Pregiudizio" è stato trasposto in ben tre serie tv e cinque film, nonché ispirato blockbuster come Il Diario di Bridget Jones. Tuttavia nessuno ha mai portato sullo schermo la sua biografia.

Un’acuta intelligenza unita a un tocco di grazia e di spregiudicata ironia: le parole della scrittrice inglese spogliavano la borghesia di provincia e la nobiltà britannica dei loro goffi costumi perbenisti causandole numerose critiche anche tra amici e familiari, da loro descritta come una zitella affettata a caccia di marito. Un romanticismo, quello di Jane, assolutamente fuori posto in un’epoca in cui sposarsi per amore era considerato da stupidi.

Il 16 Gennaio 1796, in una delle lettera indirizzate alla sorella Cassandra, la Austen scrisse:
«Venerdì. È arrivato lentamente il giorno del mio ultimo flirt con Tom Lefroy, e quando avrai ricevuto questa lettera sarà tutto finito. Scorrono le mie lacrime mentre scrivo di questa idea malinconica».
Sono poche le informazioni che abbiamo sulla storia d’amore con l’allora avvocato irlandese che, si dice, avrebbe ispirato successivamente il personaggio di Mr Dancy nel suo capolavoro, poiché la sorella diede alle fiamme quasi tutti i loro scambi epistolari dopo la morte della scrittrice nel 1817.

Dunque, per raccontare la sua giovinezza, bisognerebbe rileggere le sue pagine, i suoi pensieri obliqui sulla società di allora, reinterpretarne i sogni: Becoming Jane è proprio questo, un racconto immaginario in cui il regista Julian Jarrold mette in scena i vent’anni della ragazza ribelle, la sua passione con Tom, lo scontro tra il suo spirito libero e le convenzioni della società inglese di fine ‘700.
Ad interpretare la commedia è un cast altrettanto brillante: Anne Hathaway, nei panni della protagonista (già famosa per Il diavolo veste Prada e Brokeback Mountain), James Mcavoy alias Tom Lefroy (il fauno Tumnus de Le cronache di Narnia, per intenderci, protagonista anche di Espiazione al cinema proprio in questi giorni), la straordinaria Julie Walters, James Cromwell, Maggie Smith e Joe Anderson.

Jane è una donna di straordinaria arguzia, animata dalla stessa ribellione intellettuale che colora le pagine dei suoi racconti, contro i pregiudizi congelati del galateo, contro l’opinione pubblica della donna impagliata in conversazioni di poco conto e relegata al destino sterilizzato di moglie e madre di buona famiglia in un matrimonio giocato tra accordi di caste. Un conflitto sottile e feroce allo stesso tempo, il cui campo di battaglia diventa l’amore con il giovane Tom. Il film di Jarrod, prodotto dalla Miramax, ricerca le stesse tonalità sottili e pungenti della penna di “Orgoglio e Pregiudizio”, la stessa ironia.

Una storia di “ragione e sentimento” ancora attuale: in fondo, dopo circa due secoli, i pregiudizi non sono certo scomparsi dal terreno delle passioni. Al centro del girotondo una scelta: amore e passione contro affetti e denaro.
Ma è proprio tutto questo, comunque andrà, a trasformare la giovane donna nel mito di “Jane Austen”.

 Guarda il trailer del film!

Articoli Correlati