Anteprime Milan Fashion Week 2011: Radà e Purotatto

di Francesca Parravicini

Durante la fantomatica Fashion Week ho fatto indigestione di presentazioni e ormai non vedo l’ora che arrivi l’inverno dell’anno prossimo. Scherzo ovviamente. Tra i vari eventi ha spiccato la fiera White, un salone internazionale che presenta le ultime novità in fatto di tendenze ed è ormai giunta alla sua ventunesima edizione. Una ventata di freschezza, tra nuovi volti, proposte eco e persino una sfilata metropolitana. Oggi parliamo di due brand presenti alla manifestazione: Purotatto e Radà.

Purotatto

Comodità e stile fanno dei capi Purotatto una perfetta scelta per il daywear: forme e tessuti morbidi, fibra al latte, cachemire, seta, in sabbiosi colori non colori, facili da abbinare. Capo iconico è la t-shirt doppiata a tinta unita o con colori a contrasto, morbida e sottile, come una seconda pelle. I capispalla spaziano dai caban ai piumini anche micro con cuciture irregolari e si indossano con maglie dai print cangianti e scenografici, felpe con cappuccio e pantaloni morbidi, miniabiti in jersey e maglioni dai colori audaci.

Radà

E ora parliamo di gioielli. Gioielli un po’ vintage, quelli di Radà, con un mood che mixa anni 50′ e stile liberty medievale, per un perfetta fusione di ruvidezza e raffinatezza. Pietre lucenti decorano cotte di maglia da adagiare sul collo e i nastri si incrostano con perle e piume e le cinture si riempiono di cristalli. Stoffa e gioielli si fondono creando una nuova commistione di materiali. Iperfemminili le decorazioni di fiori e foglie, che strizzano l’occhio all’agilità dell’art deco.

Guarda le immagini di Purotatto e Radà!

Deddy e Rosa

Articoli Correlati