Animali Fantastici: Johnny Deep dice addio alla saga

di Federica Marcucci
johnny deep

È ufficiale: Johnny Deep non sarà più Grindelwald nella saga di Animali Fantastici. A rivelarlo è stato lo stesso attore postando su Instagram la foto di un comunicato scritto di suo pugno.

Il comunicato di Johnny Deep

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Johnny Depp (@johnnydepp) in data:

Vi riportiamo qui la traduzione del comunicato di Johnny Depp:

Alla luce dei recenti avvenimenti ho voluto scrivere questo breve comunicato.

Per prima cosa vorrei ringraziare tutti quelli che mi hanno donato il loro supporto e la loro lealtà. Sono onorato e commosso dai vostri numerosi messaggi d’amore e preoccupazione, in particolare negli ultimi giorni.

In secondo luogo vorrei farvi sapere che mi è stato chiesto dalla Warner Bros. di rinunciare al mio ruolo di Grindelwald in Animali Fantastici e che io rispetto e concordo con questa decisione.

Infine vorrei dire questo.

Il giudizio surreale della corte nel Regno Unito non mi fermerà nella mia battaglia nel dire la verità e confermo la mia volontà di andare in appello.

La mia determinazione resta forte e io intendo provare le accuse contro di me sono false. La mia vita e la mia carriera non saranno definite da questo particolare momento.

La battaglia legale dell’attore

Le accuse a cui Johnny Deep fa riferimento a quelle mosse da Amber Heard, che accusa Johnny Deep di violenza domestica. L’attore e l’attrice erano arrivati a combattere in tribunale nel Regno Unito poiché il tabloid The Sun, riportando dichiarazioni di Amber Heard, aveva definito Johnny Deep “picchiatore di mogli”.

L’attore aveva fatto causa al giornale, perdendo però la sua battaglia pochi giorni fa. Come dichiarato da lui stesso intende però andare in appello.

Sebbene non sia chiaro dove sia la verità, evidentemente la Warner ha preferito non associare il nome di Johnny Deep a quello di un franchise prevalentemente indirizzato a ragazzini. Ci auguriamo però che la verità possa presto venire a galla.

Articoli Correlati