GingerGeneration.it

Amici 18 – Il Serale: la recensione della seconda puntata del 6 aprile

scritto da Giovanna Codella
Amici 18

Lo scorso 30 marzo è ufficialmente iniziato su Canale 5 il serale di Amici 18, la trasmissione condotta da Maria de Filippi che da qui a maggio inoltrato andrà alla ricerca della nuova star della musica e del ballo italiani. Com’è andata la seconda puntata?

La serata, andata in onda il 6 aprile, è stata incentrata sulle nomination dei ragazzi o meglio sul criterio scelto dagli allievi per votare il loro, personale, candidato all’eliminazione.

L’argomento è stato portato avanti per un’intera settimana ed è esploso proprio in puntata con una guerra all’ultimo sangue tra Giordana e Tish, una sfida in cui sembra aver trovato il suo epilogo un’amicizia inspiegabilmente distrutta.

Altro elemento cardine della seconda puntata di Amici 18 sono stati i contrasti tra Ludovica e Jefeo. Quest’ultimo si è reso colpevole di nominare, per la seconda volta, la ragazza dai capelli blu e ciò a discapito dei suoi sentimenti, veri o presunti.

Diversi, dunque, sono stati i momenti che hanno distolto dalla gara, mettendo in primo piano inimicizie, cuori spezzati, sorprese strappalacrime, realizzate in perfetto stile C’è posta per te e destinate ai concorrenti di Amici 18.

Troppo scontata, a nostra avviso, l’eliminazione di Ludovica, cantante della squadra bianca, dopo l’eliminazione di un ballerino blu (Mowgly), avvenuta giusto la settimana scorsa.

Complicato il meccanismo che ha portato all’esclusione di una concorrente e che lasciato ben poco potere decisionale al pubblico. Un po’ forzati e ripetitivi sono stati gli sketch comici, seppur divertenti, messi in scena da Pio e Amedeo.

Ciò nonostante, anche la seconda puntata del serale di Amici 18, ci ha regalato tanti momenti di puro spettacolo, soprattutto grazie alle coreografie messe in scena da Giuliano Peparini e all’orchestra dal vivo diretta da Marco Viti.

Che cosa ne pensate della seconda puntata del serale di Amici 18?