A Roma divertimento senza alcol

di admin

Il Sindaco di Roma Gianni Alemanno ha deciso che nella capitale non sarà più possibile acquistare alcolici da asporto dopo le 21. Sostenuto dal prefetto Giuseppe Pecoraro, Alemanno ha concordato le nuove misure sulla vendita di alcol ieri, dopo un incontro in Prefettura con il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza. La chiusura delle vendite di alcolici alle 21 varrà per tutti gli esercizi, comprese le associazioni culturali, cosi’ come per i laboratori artigianali e in tutti questi luoghi sarà comunque illegale servire alcolici alla clientela dopo le 2.
Sono previsti anche un aumento delle illuminazioni notturne nelle zone dei locali e un’operazione di sensibilizzazione contro la cultura dello sballo.

Perché questa novità?
Le nuove misure restrittive sono l’esito non solo delle lamentele di chi vive nel centro storico, ma soprattutto di due episodi violenti avvenuti proprio nelle vie del centro di Roma: lo stupro di una ragazza presso la Nuova fiera di Roma avvenuto nella notte di capodanno e l’uccisione di un turista americano a Campo dé Fiori, una delle zone più frequentate dai giovani Romani.

Il Sindaco ha così dichiarato: "per tutte le aree del centro storico che sono oggi oggetto di una eccessiva e sfrenata ‘movida’ ci saranno un nuovo atteggiamento e un nuovo regolamento che non saranno finalizzati a mettere il coprifuoco, ma a fare si’ che ci sia il rispetto delle regole e non ci sia disagio sia per i residenti che per chi frequenta queste zone".
Alemanno chiarisce – quindi – che l’obiettivo principale dell’operazione è fare in modo che ragazzi e ragazze non si fermino a bere per strada, in modo da tutelare i cittadini che passeggiano o vivono nel centro da chi non sa controllarsi.

Ci si può divertire senza perdere l’autocontrollo
Proprio sull’autocontrollo si sofferma il Sindaco: "ci si puo’ divertire senza la perdita dell’autocontrollo e della consapevolezza di se" – ha detto Alemanno.
Aggiungiamo pure che la consapevolezza di se è necessaria per divertirsi. Per capire le battute di una persona, per cogliere uno sguardo interessato, per accorgersi che un’amica è felice o triste per qualcosa, per imparare le regole di un gioco, per emozionarsi con un bacio è necessario esserci con la testa.
Quindi diciamolo: questa novità di Alemanno non ci tocca più di tanto nel nostro diritto a divertirci, anzi ha senso perché anche noi stessi saremo più protetti dal rischio di incontrare per strada gente gente un po’ così.

Certo, questa nuova regola non impedisce a qualche sballato di uscire dal locale dove si è ubriacato e dare comunque fastidio, quindi: sempre all’erta e mai girare soli la notte, neanche in centro.

Immagini

Flickr.com

Flickr.com

Flickr.com

Articoli Correlati