Veronica Mars: il potere dei segreti

di admin

AAA cercasi detective privato
Cerchi aiuto per ritrovare il tuo bellissimo Chiuaua? La tua migliore amica è scappata di casa e vuoi avere sue notizie? Ti serve la traccia del tema di Italiano previsto per domani? E ancora: vuoi scoprire se il tuo ragazzo ti tradisce? Desideri farla pagare a colui che ti ha rubato il portafogli?

Rivolgiti a Veronica Mars: Hearst College, corso di criminologia, primo anno. Ma fai attenzione: può essere molto pericolosa.

La vera Veronica
Veronica -il cui volto è quello in prestito della bellissima Kristen Bell– è apparentemente una normalissima ragazza di diciotto anni, che vive sola con il padre -la madre è fuggita a seguito di una crisi esistenziale-, l’ex sceriffo della cittadina di Neptune -situato nella fittizia Contea di Balboa- Keith Mars nonché investigatore privato della “Mars Investigation”. Ma è diversa dalle altre ragazze.

A seguito dell’omicidio della sua migliore amica e sorella del suo ragazzo Duncan –Teddy Dunn-, Lilly Kane, Veronica decide infatti di mettere a frutto le capacità di detective ereditate dal padre e di andare a fondo nelle indagini… da sola. Per farlo, fa uso della più temibile arma di combattimento: un computer pieno di informazioni strettamente personali su qualunque persona.

Quale modo migliore per indagare se non quello di “spiare” tra i documenti privati degli abitanti di almeno mezzo mondo?

La famigerata Veronica
A causa dell’uso di questa temibilissima arma, investigando sulla morte di Lilly, e, a seguire, anche su molti altri piccoli casi, la nostra paladina si trova così senza il fidanzato, un solo amico -Wallace, interpretato da Percy Dagg III-, il caro fantasma della sua migliore amica, e, soprattutto, tantissimi nemici. Il suo è infatti un enorme potere, e, come qualunque sua forma, solo chi lo possiede ne trae gioia e vantaggio: chi ne è succube, ne è terrorizzato.

La nostra piccola detective infatti non è solo una gran bella ragazza, ma è anche colei che “svela gli altarini”, che rivela al mondo i segreti più intimi di certi individui poco raccomandabili e delle cheerlearder più amate della Neptune High School… è colei che fa giustizia, ed è quindi colei che tutti temono, e quindi evitano.

La terza serie: l’università e il nuovo amore
Tutto questo avviene nelle prime due serie del telefilm. Ma -grazie al cielo!- il nostro caro Rob Thomas ha deciso di deliziarci con una terza -e, purtroppo, ultima- serie, che vede Veronica nei panni di una studentessa universitaria modello con delle unghie che graffiano più di quelle di un gatto.

Qui, la nostra piccola detective dai capelli biondi e da una grinta degna solo del più virile degli uomini si trova a dover fronteggiare con sangue freddo un terribile maniaco che minaccia le ragazze del campus.

Il tutto va ad intrecciarsi con nuove amicizie -la sua terribile fama non l’ha infatti preceduta all’università- la storia d’amore con Logan Echolls -figlio del’omicida di Lilly, l’attore Aaron Echolls-, che, dopo le ostilità dimostrate verso di lei durante l’indagine sull’omicidio della sua ex ragazza -guarda caso la ragazza in questione era proprio la bella Lilly, sorella dell’allora ragazzo di Veronica!-, sembra ricredersi e perdere la testa per questo genietto dell’investigazione.

Purtroppo la storia d’amore tra Logan e Veronica è di breve durata. Così come lo è anche la carriera di sceriffo del padre Keith appena ricominciata.

Il caro prezzo da pagare per la verità
Veronica si trova nuovamente sola, senza un amico, contro tutta la città e il padre che, probabilmente, non riavrà il posto. Anzi, probabilmente l’unico voto che Keith otterrà alle lezioni, è proprio quello della figlia.

Il cerchio finalmente si chiude, e non con un lieto fine. Purtroppo. Il potere e l’amore per la giustizia l’hanno portata ad essere quella che è, ad essere sola e odiata da tutti, ma anche, e soprattutto, a diventare una ragazza che, guardandosi al mattino allo specchio, non ha nulla da rimproverarsi, perché crede in ciò che ha fatto.

Voi cosa fareste se aveste la possibilità di svelare segreti molto intimi e personali delle persone che avete intorno? Sfruttereste il vostro potere con il rischio di scatenare rabbia, invidie e delusioni, oppure non vi sentite in diritto di fare giustizia in cose che non vi riguardano?
 

Vi lasciamo con la siglia iniziale della terza serie della paladina della giustizia. La canzone è "We used to be friends" dei Dandy Warhols in versione modificata:

Articoli Correlati