Venice Music Awards: curiosità e anticipazioni sulla serata con protagonisti Marco Carta e Loredana Errore

di admin

La quinta edizione dei Venice Music Awards si è svolta mercoledì sera al Palagalileo di Venezia raccogliendo l’entusiasmo e il calore di un pubblico di tutte le età e sarà trasmessa da Rai Due in prima serata il 24 Luglio.

Le prove

Nel pomeriggio del 20 Luglio le prove dell’evento dedicato ai protagonisti della musica italiana si sono svolte in un clima sereno e rilassato e gli artisti si sono concentrati al meglio per preparare le loro esibizioni. Edoardo Vianello è stato preso alla sprovvista per pochi attimi da un montaggio audio creato dalla moglie con qualche pausa “a sorpresa”, ma il problema si è risolto in brevissimo tempo, Alexia ha provato, divertendo e divertendosi, la coreografia sulle note del suo ultimo singolo Star, Valerio Scanu sistemava i dettagli audio per dare il meglio nell’interpretazione di Indissolubile rigorosamente live e Loredana Errore si preparava con tranquillità insieme ai giovani musicisti che l’accompagnano sul palco. Non era presente, invece, Emma che ha registrato la sua performance nel pomeriggio di lunedì. Dopo una breve pausa l’improvvisa agitazione da parte dei fans che attendevano fuori e dentro i cancelli e un quasi assalto mediatico hanno accompagnato l’arrivo di Marco Carta che è apparso molto tranquillo e rilassato fermandosi a fare qualche foto per poi aspettare il proprio turno in sala assistendo alle prove di Loredana (e fa piacere vedere come tra ex concorrenti non ci sia rivalità, ma simpatia e stima reciproca), dei Modà e Giusy, scambiando qualche parola con gli organizzatori e persino preferendo saltare sul palco piuttosto che salire i pochi gradini.

La freschezza dei giovani ha lasciato spazio alla grande classe e alla poesia di Roberto Vecchioni che già in prova, insieme ad un quartetto d’archi, ha saputo emozionare con la sua Le rose blu. La serata Intorno alle ore 20 gli artisti sono tornati nel backstage in attesa di salire sul palco, esibirsi e ricevere il loro Venice Music Awards: tra musicisti intenti a mangiare qualche piatto veneziano, foto, brevi interviste improvvisate sul momento e gli autografi di rito la manifestazione ha avuto il via.

I conduttori

La serata è stata condotta con leggerezza e simpatia da Amadeus e Laura Barriales che hanno anche scherzato con il pubblico durante le pause della registrazione sul caldo e sui piccoli contrattempi tecnici, e hanno invitato sul palco tutti i cantanti premiati che hanno presentato i loro singoli estivi, riproponendo poi alcuni filmati di repertorio della loro carriera, con risultati a volte inaspettati come il duetto di Roberto Vecchioni con la registrazione di sè stesso, ma di trenta anni fa, sulle note di Samarcanda.

Le premiazioni

Sul palco Valerio Scanu ha rivisto il momento della sua proclamazione come vincitore a Sanremo 2010 e ha spiegato che sperava nella vittoria; Loredana ha raccontato l’emozione del poter duettare con Lucio Dalla e Pino Daniele o poter interpretare un brano di Biagio Antonacci, e Giusy ha ricevuto un premio speciale per la conquista del “multiplatino” ottenuta dai suoi album. Alexia ha presentato sul palco il suo nuovo singolo Star e riproposto Dimmi Come, brano che l’ha vista protagonista a Sanremo qualche anno fa. Marco Carta, prima di entrare in scena, ha voluto cimentarsi con un salto di transenna davanti allo sguardo preoccupato di alcuni addetti ai lavori, e rimanendo in tema sportivo ha battuto sul palco Amadeus che l’aveva sfidato ad una gara di flessioni. I Modà si sono dimostrati molto umili e realisti e hanno ringraziato per il successo del loro ultimo brano ricordando che ci sono moltissimi artisti di grande talento ma che, purtroppo, non ricevono premi o non vengono trasmessi in radio solo per questioni di fortuna indipendenti dal valore. Un’atmosfera più classica e cantautoriale ha accolto Paola Turci, con una canzone ricca di suggestioni, Max Gazzè e Roberto Vecchioni che ha conquistato con i suoi testi anche Laura Barriales. Non sono passati inosservati sicuramente nemmeno Renzo Arbore e Edoardo Vianello che hanno saputo trascinare la platea con i loro grandi classici e inediti estivi. Negli spazi esterni del Palagalileo, intanto, dopo Loredana Errore, che per prima ha deciso di avvicinarsi ai suoi fans che l’attendevano davanti alle transenne, anche Alexia, Giusy e i Modà si sono concessi a foto e autografi, accontentando tutti o quasi i loro sostenitori presenti che l’anno prossimo potrebbero ritornare per applaudire Laura Pausini e forse Zucchero.

Anche nella loro quinta edizione i Venice Music Awards si sono confermati come uno spettacolo ben organizzato e piacevole, anche se i criteri dell’assegnazione premi lasciano qualche dubbio, ma che ben si presta alle dinamiche televisive che sapranno sicuramente premiare una serata di buona musica in grado di rallegrare un sabato sera estivo.

Articoli Correlati