Mahmood: audio e testo di Zero, tratta dalla serie Netflix

di Alberto Muraro

Testo Zero Mahmood: ecco la nuova canzone di Alessandro!

Mercoledì 21 aprile è uscito su tutte le piattaforme digitali “Zero”, scritto da Mahmood, D. Petrella, D. Faini e prodotto da Dardust. Il brano fa parte della colonna sonora e porta il nome della nuova serie originale disponibile su Netflix dal 21 aprile. Lo show nasce da un’idea di Antonio Dikele Distefano.

ZERO - Netflix: Intervista al protagonista Giuseppe Dave Seke ed a Antonio Dikele Distefano

ZERO - Netflix: Intervista a Haroun Fall (Sharif), Richard Dylan Magon (Momo), e Madior Fall (Inno)

Clicca qui per comprare il disco autografato!

 

Clicca qui per comprare il vinile autografato!

 

Il nuovo disco di Mahmood, Ghettolimpo, è stato anticipato a febbraio dal singolo “Inuyasha”. Ghettolimpo rappresenta un nuovo immaginario per l’artista che in breve tempo si è conquistato un posto fra i più importanti esponenti del cantautorato urban pop. Il suo tratto è unico e lo distingue nel panorama contemporaneo.

Clicca qui per abbonarti a Disney Plus!

testo zero mahmood

 

Qui sotto trovate audio e testo di Zero di Mahmood!

Testo Zero Mahmood

 

Ok non è più il caso di lasciare stare
fa’ come pare, da sopra un altare
non mi giudicare
se corro nudo sotto un temporale
meglio stare soli sotto questa pioggia fluo
quando cadi se ti dico cosa penso poi tu rimani
forse sono bravo più a nascondere
soffio la polvere via da questi anni strani passati a rincorrere

Ognuno ha le sue muse, con te non ho scuse
Parole confuse, disegno meduse
E allora su di me le tue paure puoi lasciarle cadere su di me, su di me

su di me quello che senti puoi lasciarlo cadere su di me
Su di me, su di me
quello che posso fare provare a non mentire

Perché fuori è già notte, le nostre voci sono notte
Il buio un cane che non morde, prometto di essere più forte
Perché per me sei tutto anche se

In questo mondo siamo zero, zero, zero, zero
Zero, zero, zero, zero
Zero, zero, zero, zero

Ok non è più il caso di lasciare stare
fai come pare, da sopra l’altare
non mi giudicare
se corro nudo sotto un temporale

se ti dico cosa penso poi rimani
forse sono bravo poi a nascondere sotto la polvere

ok non ne parliamo più
ho fatto un po’ di ordine nel caos e resti solamente tu
bisogna attraversare strade assai pericolose per arrivare al senso delle cose
è tutto già scritto
il futuro è in affitto
l’amore è un conflitto
fissiamo il soffitto
e allora su di me
le tue paure puoi lasciarle cadere su di me

su di me

queste cazzate puoi lasciarle cadere su di me, su di me

Perché fuori è già notte, le nostre voci sono notte
Il buio è un cane che non morde, prometto di essere più forte
Perché per me sei tutto anche se

In questo mondo siamo zero, zero, zero, zero
Zero, zero, zero, zero
Zero, zero, zero, zero

e sei tutto anche se siamo zero zero zero zero
zero zero zero

e sei tutto anche se siamo zero zero zero zero
zero zero zeroingergeneration

nulla è zero se lo paragoni al cielo

dimmi che anche tu lo sai
dimmi che anche tu lo sai

nulla è zero se lo paragoni al cielo

dimmi che anche tu lo sai
dimmi che anche tu lo sai

Perché fuori è già notte, le nostre voci sono notte
Il buio è un cane che non morde, prometto di essere più forte
Perché per me sei tutto anche se

In questo mondo siamo zero, zero, zero, zero
Zero, zero, zero, zero
Zero, zero, zero, zero

Articoli Correlati