Stranger Things: perché Steve Harrington è il vero simbolo della serie

di Paola Pirotti
Stranger Things Steve Harrington

Nella prima stagione di Stranger Things l’avrebbero detto in pochi.
Steve non ha iniziato il suo percorso nella serie con il piede giusto. Nessuno pensava davvero che si sarebbe rivelato un villain, ma tantomeno che sarebbe diventato il simbolo della serie. Perché azzardiamo un’etichetta così importante? Abbiamo dei motivi validi per credere che Steve Harrington, interpretato da Joe Keery, rappresenti perfettamente la nostalgia anni ’80 incarnata da Stranger Things. Ecco perché:

– Steve Harrington: la trasformazione invisibile

Nei cult movie anni ’80 – specialmente quelli a sfondo fantascientifico con giovani protagonisti – i personaggi non hanno un cambiamento lento e visibile sullo schermo.
È un tratto tipico di quei film: i personaggi sono iconici, ma difficilmente hanno un arco di trasformazione che possiamo osservare nel corso del film. Steve ha seguito quella linea: nella prima stagione passa da sbruffone a simpatico aiutante. Non osserviamo i piccoli passi che lo portano a quella trasformazione, ma ne siamo comunque convinti. Specialmente nel passaggio dalla prima alla seconda stagione è chiaro che il suo personaggio non era stato costruito per quel tipo di percorso.  La sua crescita, sostanzialmente, avviene perché il demogorgone lo terrorizza così tanto da trasformarlo in un bravo ragazzo, dopotutto. Assurdo, poco credibile e va bene così. Perché fa molto anni ’80.

– Steve Harrington e il vero look anni ’80

Steve non è esattamente il bello. No, lui è il figo. Ed è questo che lo rende così attraente agli occhi del pubblico e, successivamente nella seconda stagione, agli occhi di Dustin (Gaten Matarazzo). Non è chiaro perché Steve abbia così tanto fascino (non sappiamo nulla di lui, in fondo) ma assecondiamo il suo ruolo da figo. Gli occhiali da sole, un taglio di capelli accettabile solo nell’arco che va dall’80 all’89 e infine, entrate in scena da supereroe, sono solo alcuni dei tratti che hanno reso Steve IL personaggio tipico della nostalgia anni ’80.

Le sue entrate in scena creano un mix di simpatia e sicurezza – ci ricordano che quello che stanno per affrontare i personaggio è pericoloso, ma quasi sicuramente finiranno per farcela.

– Steve Harrington: da giullare a custode

Chiunque cerchi di proteggere il gruppo di ragazzini di Stranger Things merita un posto nel nostro cuore. È una mossa
Se Steve fosse rimasto rinchiuso nel triangolo amoroso con Jonathan (Charlie Heaton) e Nancy (Natalia Dyer) non avrebbe ricevuto metà dei consensi che ha ottenuto ad oggi.

Forse faccio schifo come fidanzato, ma pare che io sia dannatamente bravo come babysitter.  — Steve Harrington

Affidare al suo personaggio un nuovo ruolo è stato il modo giusto per renderlo indispensabile al pubblico. Da adolescente ribelle (e irritante) a babysitter. I fratelli Duffer giocano sporco: è impossibile odiare Steve se gli si affida il compito più importante di tutti: proteggere i nostri bambini.

Il custode è un ruolo tipico nella narrativa e ancora di più lo è in Dungeons & Dragons, su cui si basa più o meno.
Rientrando nel ruolo del “druido“, quindi colui che abbandona la civiltà (la scuola e il suo status di ragazzo popolare) per la meditazione in luoghi solitari e pericolosi (quindi l’universo del Sottosopra), Steve entra ufficialmente nel gioco. In un certo senso non è più sacrificabile, come personaggio.

All my sons pic.twitter.com/xv4Yrl7TQ2

Steve Harrington e Billy Hargrove

Come far apprezzare ancora di più Steve Harrington al pubblico? Come costruirgli una sua linea narrativa? Dargli un nemico sarebbe un inizio. Nella seconda stagione lo status sociale di Steve viene minacciato dall’arrivo di Billy (Dacre Montgomery).
Il viscido e insopportabile nuovo arrivato è un contraltare che sottolinea ancora di più l’innocenza dell’antipatia che scatenava Steve nella prima stagione. È un avvertimento: credevate che Steve fosse pessimo? Billy è il vero pessimo. In confronto, Steve guadagna non solo punti come personaggio, ma anche come eroe. Nella prossima stagione siamo pronti ad uno scontro che consacri definitivamente Steve come icona della serie.

Stranger Things Steve Harrington Billy Hargrove

Cose che renderebbero Steve Harrington ancora più iconico: un rapporto con Eleven (Millie Bobby Brown), forse il più impressionante tra i personaggi. Già sogniamo scambi di battute tra i due, esilaranti e adorabili.

E voi, cosa ne pensate del personaggio di Steve in Stranger Things?

Articoli Correlati