Quattro salti in città

di admin

Li abbiamo visti la prima volta nello spot della Zurich Assicurazioni, questa sorta di minitrampoli flessibili che permettono di "realizzare i propri progetti" (because change happenz)

Ma i Jumper non esistono solo nell’immaginazione. In USA e Inghilterra sono già una moda, e sono appena approdati anche in Italia.

Nati dal genio del tedesco Alexander Bock , i due atterezzi sono già utilizzati in quel di Milano da personaggi all’avanguardia che li indossano per sfrecciare in mezzo al traffico cittadino, o semplicemente per il divertimento di sentirsi più alti e più veloci degli altri.

Questo nuovo "mezzo di trasporto", conosciuto nel mondo anche come "Jumper", "Powerbock",  "Fly Jumper" e "Poweriser" , è stato presentato in Italia dal marchio di moda Macchu Picchu, che li ha fatti indossare a tutti i suoi modelli in occasione delle sfilate all’appuntamento fashion di Pitti Uomo Firenze in collaborazione con la società distributrice "The Jumper".

Questa primavera potremmo diventare appassionati di Jumpers, che  non sono solo un mezzo di trasporto, ma anche un’occasione per fare attività fsica divertendosi: permettono di fare salti alti 2 metri e passi lunghi 3, e di "jumpare" alla velocità di 30 Km all’ora bruciando anche parecchie calorie! Qualche palestra già li utilizza, a quanto pare i risultati sono simili a quelli che si ottengono con lo step.

Tra i celebri testimonials che usano i Jumper, c’è anche Vittorio Brumotti, 27 anni, Campione del mondo in carica di Bike Trial, che sarà a Madrid per stabilire il Guinnes dei Primati con l’uso dei Jumper.

Per noi persone "normali" i Jumper sono per ora disponibili per l’acquisto online, ad un prezzo che varia, in base al modello, dai 199 ai 299 euro.
Per maggiori info le due case che distribuiscono il prodotto in Italia sono raggiungibili a questi link: www.the-jumper.com; www.powerjump.it

Guarda il video dello spot Zurich con i Powerbock

Articoli Correlati