Pierdavide Carone: tutte le emozioni dalla finale di Amici alla vittoria di Valerio Scanu a Sanremo

di admin

Durante la nona edizione di Amici di Maria De Filippi, Pierdavide Carone è stato sicuramente uno dei personaggi più amati dal pubblico e dai discografici. Il suo talento naturale nello scrivere canzoni unito al suo volto acqua e sapone l’hanno portato in finale dove si è scontrato con Matteo, Loredana ed Emma. Il 30 Marzo è uscito il suo album Una canzone pop che in breve tempo ha scalato le classifiche con i brani già in parte conosciuti durante il talent show di Canale 5. GingerGeneration.it ha scambiato due chiacchere con lui in merito al disco e alla canzone scritta per Valerio Scanu.

L’intervista a Pierdavide Carone

Ciao Pierdavide, vorrei partire con qualche domanda sul tuo album Una canzone pop. é nato prima il titolo del disco o la canzone?
In realtà è nata prima la canzone, mi aveva portato fortuna perchè l’avevo cantata al primissimo provino che avevo fatto ad Amici a maggio dell’anno scorso, e quindi mi sembrava giusto intitolare il disco così.

Quale canzone preferisci all’interno dell’album?
Non ne ho una preferita, però da un punto di vista affettivo per l’appunto Una canzone pop perchè mi ha portato bene. Dal vivo invece mi sono reso conto che crea l’esplosione La ballata dell’ospedale.

Queste canzoni erano già pronte prima di entrare ad Amici o le hai composte durante il programma?
A parte Trullallero Rullalà, Di notte e Guarda caso, le altre erano precedenti al periodo di Amici, nel 2009 più o meno.

E’ stato più emozionante arrivare in finale o vedere Valerio Scanu vincere Sanremo con un tuo brano?
Diciamo che sono state due emozioni molto diverse. Sanremo l’ho vissuto esternamente, mi sono emozionato tramite la tv, la finale invece è stata surreale, c’ero io in prima persona e ho realizzato dopo cos’era successo.

Perchè non hai inserito Per tutte le volte che nel tuo album? Non potevi?
No, perchè ho profondo rispetto delle canzoni, il pezzo è uscito con la sua voce e riproporlo subito dopo con la mia voce avrebbe creato confusione. Io voglio che questo brano abbia prima di tutto una sua identità, poi magari più in là vedremo.

Se ti proponessero Sanremo ci andresti?
Si, magari non subito, ma ci andrei volentieri.

 

Articoli Correlati