Mr Rain: audio e testo di La Somma feat. Martina Attili

di Alberto Muraro

Dopo 3 dischi di platino per le vendite dei singoli “Ipernova”, ‘I grandi non piangono mai’ e “Carillon” (Doppio Platino), oltre 70 milioni di visualizzazioni su YouTube, e un duetto di successo con Annalisa nel brano “Un domani”, Mr Rain annuncia un nuovo singolo “La somma” che lo vede duettare con Martina Attili, protagonista indiscussa dell’ultima edizione di X Factor.

Un brano intimo e introspettivo in cui le voci dei due artisti si fondono molto bene e mostrano la capacità di scrittura di Mr Rain, che si afferma come uno dei rapper under 30 più maturi della scena italiana.

“La somma” è il nuovo inedito di Mr Rain dopo il successo dell’ultimo album Butterfly Effect, che ha debuttato ai vertici della classifica degli album più venduti in Italia, raggiugendo il Disco D’oro.

ECCO L’INTERVISTA DI GINGERGENERATION.IT A MR RAIN E MARTINA ATTILI!

Mr Rain e Martina Attili: “ecco il significato del testo di La Somma!” | INTERVISTA

Qui sotto trovate audio e testo di La Somma di Mr Rain e Martina Attili. Che ne pensate?

Testo

punta tutto ciò che sai di me
tanto sai contare fino a zero
conoscersu da sempre non sapere niente

io non so contare su di te
tu che eri tutto quello che volevo
ora sei quasi inesistente ma la colpa è solo mia

ho perso il conto di tutti gli sbagli
siamo frammenti di vetro in mezzo ai diamanti

proverò a darti quello che non hai avuto agli altri
ma resta qui il tempo di dimenticarti

ti prego non bruciare quel che c’è
sto fuori non pensare troppo a me
che non ha senso chiedersi perché
la somma dei miei sbagli diviso due fa te

non ho mai trovato le parole giuste
per dirti cio che leggi dentro la mia iride
ma se chiudi gli occhi noterai che dentro di te è il luogo miglore
dove ho scelto di vivere

lasciarti andare è l’ultima cosa che voglio
lascia che ogni attimo sia degno di un ricordo
questo sembra un brutto sogno
la distanza ci farà rendere conto
di chi abbiamo realmente bisogno

mi hai conosciuto che indossavo un vestito fatto di livii
e alla fine non siamo poi cos’ simi

ti prego non bruciare quel che c’è
sto fuori non pensare troppo a me
che non ha senso chiedersi perché
la somma dei miei sbagli diviso due fa te

e non andsava niente
ma semvava ul padiao
l’universo dei miei svagli visto da vicino
e un po’ ci spero ancora
non è vero che ho deciso
perché torni sempre all’improvviso

ti prego non bruciare quel che c’è
sto fuori non pensare troppo a me
che non ha senso chiedersi perché
la somma dei miei sbagli diviso due fa te

ti prego non bruciare quel che c’è
sto fuori non pensare troppo a me
che non ha senso chiedersi perché
la somma dei miei sbagli diviso due fa te

Articoli Correlati