Michael Phelps: identikit del campione

di admin

Medaglie e record

A Pechino, con le 5 medaglie d’oro  nelle discipline individuali del nuoto e le 3 conquistate con le staffette Micheal ha battuto il record che Mark Spitz deteneva dal 1972 (7 ori conquistati ai giochi olimpici di Monaco). Ora è Phelps l’uomo che ha vinto più titoli in un’unica edizione dei Giochi.

Ecco come il ragazzone di Baltimora ha commentato l’evento:

«Adesso voglio passare qualche giorno di vacanza con la mia famiglia. Cosa mi ha detto mia madre dopo la vittoria? Ci siamo scambiati poche parole, poi le ha cominciato a piangere, anch’io piangevo, le mie sorelle piangevano…Voglio ringraziare i miei compagni, che mi hanno portato all’oro e al record, e che qui a Pechino mi hanno regalato momenti bellissimi, che resteranno per sempre nel mio cuore..Il mio primato, ogni record è fatto per essere battuto. Quello che ha fatto Spitz resterà comunque sempre nella storia, malgrado il mio primato, inattesa che qualcuno lo superi…»

Ma chi è Micheal Phelps? come ha scoperto il suo talento naturale portandolo alla capacità e alla potenza che abbiamo tutti ammirato in televisione?

Una famiglia di atleti

Michael Phelps è nato il 30 Giugno 1985 ad Ann Arbor, nel Michigan. Il primo approccio di Micheal con il mondo del nuoto è avvenuto grazie al padre, ma la passione per questo sport è nata grazie alle sorelle, Hilary in particolare: quando Micheal era ancora nel passeggino la mamma Debby lo portava con sè a vedere gli allenamenti della figlia.

Il primo approccio con l’acqua non è stato facile: a 7anni anche Micheal, come molti bambini, aveva paura di mettere la testa sott’acqua, per questo il suo insegnante e allenatore di allora gli insegnò come prima cosa a nuotare sul dorso (non per niente fu questa la prima disciplina in cui Micheal si fece notare).

Nel 1992 la vita dell’adolescente Phelps cambiò profondamente, soprattutto a causa del divorzio dei genitori, conclusosi con l’affidamento dei tre figli alla madre: da allora il rapporto di Micheal con il padre è compromesso e si sentono pochissimo. Fu invece nel 1996, durante le olimpiadi di Atlanta, che l’11enne Micheal cominciò a sognare di diventare un campione nel nuoto e fu grazie alle straordinarie performance dei nuotatori  Tom Malchow e Tom Dolan. Il passo successivo fu l’incontro con l’allenatore Bob Bowman, che riconobbe le qualità di Micheal (mani e piedi molto grandui) e il suo eccezionale talento, insegnandogli non solo la tecnica ma anche lo spirito dello sportivo (Micheal era non accettava di perdere e una volta ha lanciato gli occhialini dietro al coetaneo che l’aveva battuto in una competizione).

Oltre ad avere una straordinaria passione per il nuoto, Micheal Phels era un normale adolescente: giocava a baseball, football e golf, si addormentava spesso con la gatta Savannah sul letto accanto a sé e amava leggere libri sui suoi idoli sportivi, come Lance Armstrong e Vince Lombardi.

Nel 1998 entrò a far parte della squadra di nuoto del college e nel 1999 della squadra nazionale di nuoto in serie B.

Nel 2000 partecipò ai Giochi Olimpici di Sidney diventando, a 15 anni, il nuotatore più giovane a competere per gli Stati Uniti alle Oimpiadi.

Nel 2001 cominciò a realizzare record del mondo a partire dai 200 metri farfalla, e cominciarono anche i paragoni con i grandi nuotatori della storia. Per primo Ian Thorpe, da tutti chiamato "Thorpedo" . Motivato nella sua ascesa da questo paragone, Micheal si diplomò nel 2003 e da allora si dedica interamente alla carriera nel nuoto, giungendo tra record e vittorie a segnare la storia del nuoto mondiale, grazie alle 8 medaglie d’oro portate a casa da Pechino.

Curiosità su Micheal Phelps

Le sue passioni oltre al nuoto sono giocare a poker e guardare film.

La sua frase preferita è: Actions speak louder than words (Le azioni dicono più delle parole)

Musica preferita: The Fray, musica Rap

Il suo idolo: Michael Jordan

Il suo website personale: www.swimroom.com/phelps

Stato sentimentale: Single

E’ nato ad Ann Arbor ma vive a Baltimora

Il suo obiettivo professionale è portare ad un livello superiore lo sport del nuoto

Micheal è attaccatissimo alla madre e alle sorelle, che tengono sempre aggiornato un blog su di lui

Immagine 4: http://flickr.com/photos/[email protected]/1454610585/

 

Articoli Correlati