Matteo Becucci, dopo X- Factor venerdì esce Ti troverò

di admin

Sarà in radio da venerdì 23 ottobre “ti troverò”, il nuovo brano di Matteo Becucci. La programmazione radiofonica di Ti troverò – che vede lo stesso Matteo come autore del testo mentre la musica è del brano dei Ph.D “I didn’t Know”, canzone di grande successo negli anni ’80 –  anticipa l’uscita, prevista per il 13 novembre, del primo vero album del cantante livornese, dopo la sua vittoria all’ultima edizione del talent show di Raidue X Factor.

L’influenza dei Ph.D

L’album, che si intitolerà “Cioccolato amaro e caffè”, sarà l’occasione per Matteo di mettere alla prova le sue doti di interprete e arrangiatore, candidandosi come la voce maschile rivelazione del 2009. La scelta di un brano dei Ph.D sembra non essere affatto casuale. Durante l’esperienza ad X Factor Matteo si era cimentato nella rielaborazione del successo di Jim Diamond, voce e chitarra dei Ph.D, I should have known better,  dietro proposta di Morgan. In quella occasione Matteo scelse non solo di interpretare il brano ma anche di lavorare alla traduzione del testo in italiano. Il risultato fu un successo, attestato dai numerosi download di internet e dall’inattesa telefonata dello stesso Diamond che si congratulò con Matteo per lo splendido lavoro rendendosi disponibile per la rilettura di altri brani.

La stima di Morgan, Riccardo Cocciante e Renato Zero

“Ricomincio la mia avventura musicale con un brano a cui forse ero destinato – racconta Matteo Becucci – Già durante X Factor,  quando Morgan mi aveva proposto I should have known better, avrei voluto cantare I didn’t Know presentandone una versione in italiano firmata da me. Questo brano  – prosegue Matteo – è in un certo senso il completamento del cd-ep “Impossibile” essendo un rifacimento di un brano internazionale di cui ho curato il testo, totalmente inedito, e l’arrangiamento”.
Il talento vocale di Matteo Becucci è stato elogiato pubblicamente da grandi artisti della musica italiana come Riccardo Cocciante («La sua voce è ideale per le opere popolari») e Renato Zero («Tenuta, rigore e calibro fanno di un cantante, un interprete. Benvenuto!»). Anche Morgan ne ha elogiato le doti umane e artistiche: «Matteo ha fatto un percorso interessante, che l’ha portato a una piena consapevolezza nell’uso della voce. Quando canta è in grado di raggiungere la profondità dell’anima».

Guarda l’esibizione di Matteo a X Factor

 

Articoli Correlati