Louis Tomlinson si confessa a The Observer: “Negli One Direction ero quello dimenticabile”

di Alice Giusti
louis tomlinson the observer

Louis Tomlinson, dopo qualche mese di silenzio successivo al suo primo singolo da solista Just Hold On feat. Steve Aoki, sta per tornare sulle scene e lo farà con un nuovo brano, Back to You, e con il primo albumo da solista. Intanto, ha rilasciato un’intervista a The Observer (corredata da un bel servizio fotografico), uscita domenica 25 giugno, in cui il cantante britannico ha parlato delle sue insicurezze in quanto membro degli One Direction, della pausa della band, della morte della madre e dei suoi nuovi progetti lavorativi.

LOUIS TOMLINSON SUGLI ONE DIRECTION E LE SUE INSICUREZZE

Le dichiarazioni che hanno fatto più parlare sono state quelli di Louis riferite al suo ruolo negli One Direction e di come si sentisse la ruota del carro della band, o per usare le sue parole “dimenticabile”.

Niall è il ragazzo più amabile del mondo. Un irlandese allegro e positivo, per niente arrogante. E senza paura. Ci sono state volte in cui ho pensato: ‘dovrei essere anche io un po’ così’. Zayn, al tempo, poteva capirmi per quanto riguarda il livello di nervosismo. Nel primo anno eravamo entrambi i meno sicuri. Zayn, però, ha una voce fantastica e l’ha sempre posseduta. Liam ha sempre avuto una buona presenza scenica, come Harry, loro hanno entrambi questo talento. Harry è molto figo. Liam fa impazzire la folla, basta che balletti un po’…”, ha detto Louis Tomlinson, “e poi ci sono io”.

“Sai che non ho mai cantato un solo assolo a X Factor”, ha continuato riferendosi alla partecipazione degli 1D a X Factor UK nel 2010. “Molte persone possono riderci su, ma quando pensi veramente a come ci si sente, stare sul palco ogni settimana pensando ‘Cosa ho fatto per contribuire qui? Cantare un’armonia più bassa che non puoi neanche sentire nel mix? Ero allora il ragazzo che indossava le espadrilles, che sta in fondo”.

LOUIS TOMLINSON SULLA PAUSA DEGLI ONE DIRECTION

A quanto pare, però, Louis Tomlinson non avrebbe inizialmente visto di buon occhio la pausa degli One Direction, che ormai dura da oltre un anno e mezzo. “Nell’ultimo anno degli One Direction mi sono sentito più sicuro di prima. E poi è stato detto: ‘Ok, pausa!'”, ha aggiunto. “Non è stata  una conversazione piacevole, sapevo dove stava andando a parare”.

LOUIS TOMLINSON SULLA CARRIERA DA SOLISTA

Louis Tomlinson non aveva mai pensato di potere iniziare una carriera da solista, come ha spiegato a The Observer, ma di usare la pausa degli One Direction per scrivere per altre persone, gestire la sua etichetta Triple String e aspettare che “gli 1D tornassero insieme dopo due anni, cinque anni o quello che sarebbe stato”. “Se mi avessi chiesto un anno o 18 mesi fa se stavo per iniziare una carriera da solista, ti avrei risposto assolutamente no”.

Cos’è cambiato poi? “Sto cercando di capire perché lo sto facendo. È frustrante, perché so cosa voglio dire ma non riesco ad articolarlo”.

Il cantante di Doncaster ha anche ammesso di non avere mai faticato così tanto prima rispetto a quanto abbia fatto adesso con il suo album da solista. “Quando metti insieme materiale da solista, impari velocemente che quei collaboratori di successo che prima sbavavano per lavorare con gli One Direction adesso non rispondono più al telefono così prontamente. Non posso dirti adesso che posso avere uno scrittore superstar a fare una sessione come me. E lo capisco”. Non tutti però i suoi compagni di band hanno avuto le stesse difficoltà: “Harry non ha dovuto faticare con niente di tutto questo”.

LOUIS TOMLINSON SULLE DIRECTIONERS

Non poteva mancare poi un pensiero sulle Directioners, le fan che hanno da sempre sostenuto gli One Direction dai loro esordi. “Penso onestamente che scriveranno libri sulle fan degli One Direction”, ha detto Louis Tomlinson, “Perché sono così fanatiche. La loro intensità è notevole. Sfiancante, decisamente”.

LOUIS TOMLINSON SULLA MAMMA

A dicembre 2016, Louis Tomlinson ha perso la mamma, Johanna Deakin, a causa di una forma di leucemia terminale. Pochi giorni dopo la sua morte, il cantante è salito sul palco di X Factor proprio per presentare il suo singolo Just Hold On, per esaudire l’ultimo desiderio della mamma.

“Mi ricordo di averle detto: ‘Mamma, come c**zo faccio a montare su quel palco? E lei non diceva spesso parolacce, mi diceva sempre di non dirle. Ma quella volta ha detto: ‘Devi fott*****nte farlo, semplice così'”. “A volte la mia riservatezza o la mia sicurezza avrebbero potuto impedirmi di fare qualcosa. E ho avuto bisogno di una mamma che in passato mi prendesse a calci nel sedere e mi dicesse: ‘Tu lo farai'”.

“Lei era sempre un passo avanti a me perché aveva la password della mia email”, ha ricordato Louis, parlando del rapporto di affetto molto intimo che condividevano. “Mi ricordo il giorno in cui ho perso la verginità. Non l’avevo ancora detto ai miei compagni e sono andato da lei e ho detto: ‘Mamma? Lo so che questo è veramente strano. Ma devo dirti…’ Ricordo di aver pensato che questa fosse davvero una conversazione bizzarra da avere con una madre, ma è la prova di quanto mi mettesse a mio agio”.

Cosa ne pensate dell’intervista di Louis Tomlinson a The Observer?

Articoli Correlati