Lorenzo Jovanotti – Oh Vita: Amoremio – Audio, testo e significato

di Laura Boni
lorenzo jovanotti oh vita

Lorenzo Jovanotti ha finalmente pubblicato Oh,Vita, il suo quattordicesimo album uscito in tutti i negozi lo scorso 1 dicembre. L’album, prodotto interamente da Rick Rubin, rappresenta una bella svolta sonora per l’artista, che per stavolta ha abbandonato l’electro pop per abbracciare il funky e l’hip hop.

Qui sotto trovate audio, testo e significato di Amoremio!, uno dei pezzi contenuti in Oh,Vita!

Scritto tutto attaccato, come un nome proprio, lessico familiare, l’altro piatto della bilancia, l’eterno squilibrio meraviglioso, la figata della schermaglia amorosa. La dedica più bella è sempre quella che si fa all’altra metà, per ricomporre la figura intera, quella con due cuori e lo sguardo nella stessa direzione. E’ un robot innamorato quello che canta amoremio, con l’autotune  a palla e il pianoforte un po’ scordato, perché il paradosso è sempre la scelta a cui affidarsi. La parità ti dona, la superiorità ancora di più, dice lui a lei, e lo pensa veramente, ci puoi scommettere.

Testo di Amoremio di Lorenzo Jovanotti:

Amoremio, Amoremio, Amoremio, Amoremio
la tua armatura di burro difficile da abbracciare
Dormiveglia a colori nel fondo del mare
Tu barricata in un ricciolo D’insalata
Giovanna D’Arco fumè
Venere insaponata
Tu alla fine della discussione
Con sguardo di trionfo
Nascosta in una canzone
Che maschera il silenzio

Amore mio amore mio
Amore mio amore mio

Tu nocciolo d’albicocca
Proteggi un cuore amaro
mi offri la parte dolce resti nel tuo riparo
tu in piedi sul trampolino sospesa sul futuro
che fai la verticale col mondo all’incontrario
tu insieme a me per prova precaria come la vita
che non finisce mai finché non è finita Feroce
per natura mai addomesticata
tu zanna bianca che fugge nella foresta gelata
tu sai come difenderti mostrandoti indifesa
il sesto senso acceso mentre resto in attesa
soldatessa in borghese Barbie guerrigliera
Difendi la tua frontiera
Non c’è storia lo sai
che potere che hai
femmina terminal di tutte le partenze
e i miei arrivi
collina dei papaveri mio orto degli ulivi
tu generosa offri pareri defintivi
mi fanno ridere a me che non so decidere
non mi lasciare mai
prenditi tutto il merito del mio vivere

Amore mio amore mio
Amore mio amore mio

tu Amoremio di nome scritto tutto attaccato
che sposti tutte le virgole dopo che io ho parlato
la mia amministratrice a caccia di malintesi
con i tuoi piedi a terra afferri i miei sospesi
collezionista di spugne assorbi le onde del mare
riparto sempre da zero mi fai reinnamorare

tu mangiatrice di sogni immersa in un divano
con il riflesso degli occhi nel telefono in mano
tu che animale sei mammifero fino al midollo
morbido che rimbalzo
da perdere il controllo
tu libro di anatomia sfogliato come un fiore è un’emergenza
questo verso l’ho rubato ad un grande scrittore
la parità ti dona, la parità ti dona, la superiorità ancora di più

Amore mio amore mio
Amore mio amore mio
Amore mio amore mio
Amore mio amore mio

Che ne pensate di Amoremio di Lorenzo Jovanotti?

Articoli Correlati