Lo Stato Sociale – Quasi liberi: audio e testo

di Alberto Muraro

Lo Stato Sociale sono finalmente tornati: a due anni di distanza da L’Italia Migliore, la band elettropop bolognese composta da Albi, Bebo, Lodo, Carota e Checco pubblica oggi, 10 marzo, il suo terzo disco intitolato Amore, lavoro e altri miti da sfatare, un ironico ritratto della società di oggi (e dell’Italia in particolare, ça va sans dire) dal sapore davvero irrestibile.

Amore, lavoro e altri miti da sfatare è infatti un miscuglio ben dosato di diversi generi e ispirazioni, che lo rendono uno dei progetti di musica italiani più interessanti della stagione: nell’album de Lo Stato Sociale troviamo infatti pezzi dal sapore più pop (come il singolo di lancio Amarsi male), ma anche influenze rock e più spiccatamente electro-pop, un mix che rende il disco immediato e coinvolgente fin dal primo ascolto.

Leggi qui tutti i testi di Amore, lavoro e altri miti da sfatare.

Ecco audio e testo di Quasi liberi de Lo Stato Sociale: vi piace?

Testo

fidati delle cose chiare
non delle cose ovvie
di quelle luminose
non di quelle illuminate
di chi capisce poco
e non ha visto tutto
scoprire è meglio che capire
capire è meglio che spiegare
fidati di chi non si vergogna di cantare
come gli viene
e non delle canzoni
di chi ha messo la testa a posto
ma non ricorda dove
di chi balla per la strada
soprattutto quando piove

tutto quello che amo è sbagliato
tutto quello che bevo è corretto
tutto quello in cui credo è imperfetto
tutto quello che ho perso rimane
e la voglia di bruciare
e bruciare bruciare bruciare
non mi chiedere di cambiare
tutto quello che amo fa male

e alla fine è meglio essere liberi
che furbi
meglio essere sprovveduti
che intelligenti
e alla fine è meglio essere vivi
che vissuti
meglio essere sbagliati che incompiuti
il resto sono solo scuse per sentirsi
in fondo in compagnia
nel rimanere soli
con i propri alibi
mentre il tempo vince un altro solitario con te

tutto quello che amo è sbagliato
tutto quello che bevo è corretto
tutto quello in cui credo è imperfetto
tutto quello che ho perso rimane
e la voglia di bruciare
e bruciare bruciare bruciare
non mi chiedere di cambiare
tutto quello che amo fa male

tutto quello che amo è sbagliato
tutto quello che bevo è corretto
tutto quello in cui credo è imperfetto
tutto quello che ho perso rimane
e la voglia di bruciare
e bruciare bruciare bruciare
non mi chiedere di cambiare
tutto quello che amo fa male

Articoli Correlati