La partita del cuore: Il Volo e Moreno in campo per la ricerca

di Laura Valli
Partita del cuore - locandina

Anche quest’anno arriva su Rai 1 in diretta dalle 21.30 il consueto appuntamento con la 24ª Partita del Cuore. Stasera alla conduzione dell’evento in eurovisione vi erano Amadeus, Max Giusti, Pupo e Claudio Lippi. Questa edizione, che vede “Torino capitale europea dello sport e delle Solidarità” come ha detto Amadeus, ha visto il sold out dei biglietti (41mila quelli disponibili sul circuito Listicket), ma sino a domani si potrà aiutare la ricerca inviando un sms solidale al 45509 (2 euro dal cellulare, 5 o 10 euro dal telefono fisso), contribuendo con una donazione al progetto. Gli organizzatori della Partita del Cuore, puntano a superare l’incasso-record stabilito proprio a Torino nel 2013: 1.758.205 euro complessivi. Ma comunque vada sarà un successo, sia per lo sport ma soprattutto per la ricerca.

In campo sono scese le squadre composte da cantanti, volti noti di cinema e TV, calciatori e ricercatori italiani, noti al grande pubblico e da sempre apprezzati per il loro impegno sociale. Per la nazionale cantanti tra gli esordienti hanno arruolato i ragazzi de Il Volo e Davide “Boosta” Dileo dei Subsonica, che per la prima volta giocano allo Juventus Stadium di Torino, Lorenzo Fragola e Moreno, assieme agli “storici” Barbarossa, Belli, Britti, Fabi, Gazzè, Masini, Ruggeri, Clementino e Rocco Hunt. Per la formazione dei Campioni della Ricerca hanno giocato: l’allenatore della Juve Massimiliano Allegri, Andrea Agnelli, John Elkann, Pavel Nedved, Jack Savoretti e Gary Dourdan (Warrick Brown di C.S.I.)

Inoltre, hanno fatto il loro ingresso in campo anche Alessandro Del Piero, Marco Bocci, Liam Gallagher degli Oasis, i piloti di MotoGp Jorge Lorenzo e Andrea Dovizioso, Massimo Giletti, Neri Marcorè, Raul Bova e il campione di ciclismo Fabio Aru. Eros Ramazzotti, invece, ha ottenuto di lasciare la Nazionale Cantanti per unirsi ai suoi idoli bianconeri che militano nella Nazionale ricercatori. Ottimo acquisto, tra i cantanti uno tra gli elementi più forti. La Nazionale cantanti, guidata da Luca Argentero, ha schierato in difesa Piero Barone uno dei tre componenti de Il Volo, chiamati a rinforzare le fila della storica formazione con la loro energia; l’altra new entry Moreno, è stato schierato in avanti nel tridente.

Dopo lo show di Arturo Brachetti e la storica sigla Si può dare di più, una canzone emozionante e senza tempo; per celebrare la Festa della Repubblica tutti insieme hanno cantato l’inno nazionale. Al termine, Luca Barbarossa ha ricordato che il fine di questo evento sportivo è quello di raccogliere fondi a favore di Telethon, per gli studi sulle malattie genetiche, e della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro dell’Istituto di Candiolo, cui sarà devoluto l’intero incasso della serata, incitando tutti ad inviare un sms al 45509.

Alle 21.42 un ragazzo affetto da una patologia rara ha dato il calcio d’inizio. Dopo circa 20 minuti, e il primo goal di Nedved, Amadeus ha intervistato Ignazio e Gianluca, che cercavano di dare indicazioni a Piero che nel frattempo giocava, consigliandogli di “stare più alto, e correre di più sulla fascia”. A mezz’ora circa dall’inizio anche Ignazio Boschetto, è entrato in campo per sostenere la Partita del Cuore, in sostituzione di Piero. Poco dopo alle 22.20, Moreno segna il secondo goal della squadra dei cantanti; evento che si è ripetuto al rientro dalla pausa tra primo e secondo tempo, portando in vantaggio la Nazionale cantanti. Al 56′ pero Alessandro Del Piero ha riportato il punteggio in parità, poco dopo tornati in vantaggio con Andrea Dovizioso. Gianluca Ginoble, entrato in campo nel secondo tempo come attaccante, al 63′ ha segnato la quarta rete per la Nazionale cantanti, riportando le squadre al pareggio.

Mentre Enrico Ruggieri e Andrea Agnelli alzavano la coppa Partita del Cuore, Pupo e Amadeus hanno annunciato entusiasti che il record dell’anno scorso era stato superato, ma … si può fare di più!

Non importa per quale squadra tifate, questa è una partita che deve unire attorno ad una buona causa, perciò che aspettate inviate il vostro sms!

Articoli Correlati