Johnny Depp sul grande schermo con "The imaginarium of Doctor Parnassus".

di admin

Questo film, che arriverà nelle sale cinematografiche italiane a Ottobre, distribuito dalla Moviemax, ha una storia molto particolare… Non mi riferisco solo alla trama, un racconto fantastico  e fantasioso, ma anche alla produzione e al lungo tempo trascorso prima di terminare la lavorazione del film, e poterlo poi distribuire in sala. Infatti, la troupe tecnica e artistica di Parnassus ha iniziato a lavorare nel Dicembre 2007 a Londra, per poi spostarsi in seguito a Vancouver. Ma dopo pochi mesi la produzione è stata interrotta a causa di un fatto drammatico: la morte di Heath Ledger, avvenuta a New York durante un periodo di pausa dalle riprese, nel Gennaio 2008. Un lutto terribile e inaspettato, che ha sconvolto gli artisti e gli attori di tutto il mondo, e ancora più da vicino il cast che fino a pochi giorni prima girava con Heath sul set, ridendo e scherzando con lui in piena forma, giovane e bello come tutto il mondo lo ricorda.

La storia fantastica raccontata nel film
Nel film di Terry Gilliam (Heath Ledger interpretava il ruolo di Tony)

un giovane che entra a far parte della compagnia teatrale Imaginarium, alle dipendenze dell’immortale Dottor Parnassus. Prima di morire, Heath era aveva girato solo le scene in esterni, ma mancavano ancora tutte le scene nei teatri, in cui il personaggio di Tony si ritrova nel mondo parallelo oltre lo specchio magico…
Dopo un primo momento di indecisione e difficoltà, Gilliam ha poi deciso di completare il film, dedicando la pellicola al giovane attore prematuramente scomparso.
La soluzione scelta è stata quella di far cambiare volto a Tony, trasformandosi prima in Johnny Depp, poi in Colin Farrel e infine in Jude Law, che hanno sostituito Heath Ledger.

I protagonisti
Nel film Parnassus offre al pubblico uno spettacolo fantastico, avvalendosi di uno specchio magico, attraverso cui si  può accedere verso mondi paralleli e sconosciuti, guidando l’immaginazione degli spettatori, che possono realizzare i propri sogni nei mondi paralleli. Per passare da una dimensione all’altra, Tony entrerà nello specchio magico varie volte, mutando radicalmente le sue sembianze. Ecco come si è reso possibile sostituire Heath Ledger di volta in volta con Johnny Depp, Jude Law e Colin Farrell, i quali hanno poi devoluto i loro compensi alla piccola figlioletta di Ledger, Matilda.

Il film al Festival di Cannes e al Milano Film Festival
Il 22 maggio scorso il film è stato presentato fuori concorso al Festival di Cannes, alla presenza del regista e degli attori  Andrew Garfield, Verne Troyer e Lily Cole, che nel film interpreta Valentina, la figlia di Parnassus, promessa al Diavolo al compimento del suo sedicesimo anno, a causa del patto stretto tra suo padre e Mr. Nick, alias il Diavolo (Tom Waits).  Inoltre il film è stato proiettato in Italia anche al Milano Film Festival. In quest’occasione il regista Terry Gilliam  ha descritto gli ultimi giorni di Heath Ledger sul set del film: "Eravamo tutti entusiasti, ci eravamo salutati ridendo. Poi, il giorno dopo, al computer, mentre stavo guardando le notizie sul web, ho letto che era morto. Pensavo a uno scherzo, a una trovata della pubblicità di cui io non fossi al corrente. Poi ho capito che era vero. E’ come se avessero spento un interruttore: Heath c’è, Heath non c’è più. Eravamo tutti, sul set, come bambini che vedono il mago al lavoro. Quando ho letto la notizia, il mio mondo è crollato. Hanno scritto di tutto, su Heath, aggiungendo fango al dolore. Voglio dirlo una volta per tutte: smentisco che fosse depresso, che avesse tendenze suicide. E’ una di quelle cose totalmente inspiegabili. Sono ancora sbigottito. Ma Heath non era depresso, non covava la morte. – cercando di mettere a tacere le terribili ipotesi lanciate dai tabloid di tutto il mondo subito dopo il tragico evento – Per quel che mi riguarda, ho pensato di smettere. Di buttare via tutto, il progetto, il film per due terzi girato. Poi ho reagito".

In memoria di Heath Ledger
Gilliam ha dichiarato a gran voce che "Heath era assolutamente eccezionale, non solo come attore ma come persona. Quando abbiamo iniziato, Heath era una figura fondamentale per questo progetto, ogni giorno lavoravamo insieme su qualche sua nuova idea, piccoli cambiamenti dello script o del disegno luci, era incredibile, un vero mago. Era straordinario, non penso che il mondo abbia nemmeno cominciato a comprendere la reale portata del suo incredibile talento – prosegue ammirato Gilliam Quando è morto ho detto "dobbiano fermarci, non possiamo finire il film", ma tutti mi hanno detto "no, dobbiamo andare avanti, per mostrare al mondo il lavoro di Heath". Fortunatamente Johnny Depp, Colin Farrell e Jude Law sono venuti in nostro soccorso; per fortuna la storia ha a che fare con uno specchio magico e questo specchio ha salvato il film. Vedo Heath ogni giorno, lavoro con lui al montaggio del film, per me Heath è ancora vivo e spero che tutti voi possiate vedere presto la magia che è stato capace di creare".

L’ultima fatica di Heath, la regia di un videoclip musicale
Come ha raccontato lo stesso Gilliam: "Heath era costantemente impegnato in qualcosa, nella realizzazione di video musicali o in progetti di future regie cinematografiche, non c’era nulla che questo ragazzo non fosse in grado di fare. Perciò la perdita di Heath è stata particolarmente terribile per tutti noi che lo abbiamo conosciuto e non credo che il mondo saprà mai veramente quello che è andato perduto con lui. Penso che nessuno della sua generazione possa nemmeno avvicinarsi alle sue capacità, era semplicemente il più straordinario attore sulla faccia del pianeta".
I suoi fans e i suoi amici-colleghi ne sono tutti convinti e continuano a tenere viva la sua memoria, tributandogli video, messaggi, forum sul web… Pochissimi giorni fa è stato diffuso in rete su MySpace il videoclip diretto da Heath Ledger per la canzone King Rat di Modest Mouse. E’ un video animato di 6 minuti, particolarmente bizzarro e fantasioso, con balene e delfini su una barca, impegnati a pescare esseri umani. Il video si conclude con un messaggio scritto bianco su nero: “Questo video è iniziato con il nostro amico, un grande difensore della vita, ed è stato completato  nel suo spirito”
Non si tratta della prima regia di Ledger, che aveva diretto anche un video per Ben Harper. Un altro dei suoi tanti talenti.

Eccovi un video in lingua inglese in cui il regista racconta la storia del film Parnassus: 

 

Articoli Correlati