Il giorno del cappelaio matto: i cappelli di Alice nellla boutique Borsalino

di Francesca Parravicini

Un giorno assolutamente magico all’insegna della fantasia e della magia. Il giorno del cappellaio matto si è tenuto nella suggestiva cornice della boutique Borsalino in corso Venezia a Milano, arredata per l’occasione in perfetto stile Old England, con fiori dai colori delicati e teiere in porcellana. Tutto per promuovere l’uscita in dvd dell’ultimo capolavoro del geniale Tim Burton targato Disney: Alice in Wonderland.

I cappelli

Per questa occasione la storica azienda Borsalino, leader nella produzione di cappelli eleganti e di qualità, ha prodotto sette cappelli ispirati a sette personaggi del film: per Alice un maxi cappello in feltro azzurro ricoperto di chiffon ornato da pizzo, che ne richiama l’abito; per il Cappellaio un maxi cappello formato da tre cappelli in diversi toni di blu( lui ama fabbricarli!) sovrapposti; per il Bianconiglio un cappello in feltro velour bianco all’esterno e rosa all’interno, come un suo orecchio, con un fouland azzurro e rigido intorno; per lo Stregatto un cappello dalla classica forma Borsalino a strisce viola, sezionato per far sembrare che lo Stregatto stia svenendo; per Pincopanco e Pancopinco una coppia di doppi cappelli a righe bianche e nere con bretelle rosse, uguali ai vestiti dei gemelli; per la Regina rossa un cappello rosso con maxi-colletto bianco e spilla a forma di cuore, come l’abito del personaggio; per il Brucaluffo un maxi-cappello blu con pallini gialli che ne richiamano il corpo e atenne curvate.

I testimonial

Per indossare questi fantastici cappelli sono stati chiamati personaggi del mondo delllo spettacolo che hanno in qualche modo un’affinità con i personaggi. Abbiamo dunque Valentina Vezzali, campionessa del fioretto con triplice oro per Alice, di cui esprime il coraggio e la determinazione, il mago Casanova, famoso per magie e trucchi, interpreta l’enigmatico e mutevole Stregatto, Nicola Savino, "scopritore" di identità nel programma Matricole e meteore, veste i panni del Brucaliffo che aiuta Alice a ritrovare se stessa, gli Zero Assoluto, inossidabile duo di musica leggera rappresentano i due gemelli Pincopanco e Pancopinco, che giocano con le parole come i due cantanti, Carlo Cracco, chef che ha guadagnato molte stelle Michelin, indossa il cappello del Bianconiglio, preciso e puntuale come lui, Arturo Brachetti, astro del trasformismo in tempo record, prende le sembianze del Cappellaio matto, un tipo, come lui, decisamente "moltoso"! I testimonial hanno poi espresso il loro apprezzamento per il film e parlato del rapporto con i personaggi, a cui si sentono molto affini. D’altronde, chi non vorrebbe vivere nei magici, pazzi panni dei personaggi di Wonderland?

Articoli Correlati