Harry Potter e i doni della morte: Daniel Radcliffe racconta l'addio ad Harry Potter

di Laura Boni

Con questi due ultimi film Daniel Radcliffe ha dovuto dire addio ad Harry Potter; l’attore inglese racconta le sue ultime ore sul set al sito internet Access Hollywood. La prima parte di Harry Potter e i doni della morte sarà nelle sale dal 19 novembre.

Lungo Addio

Sin dall’inizio delle riprese dell’ultimo capitolo della saga, ogni giorno poteva essere l’ultimo giorno sul set di qualcuno dei suoi protagonisti; Daniel Radcliffe in un’intervista esclusiva rilasciata a Access Hollywood racconta questo addio agrodolce. L’attore dice che si stava preparando sin da quel momento a salutare la Sala Grande e soprattutto a quando potranno portarsi via qualcosa dal set: Starebbe bene questo caminetto nel mio appartamento di New York" scherza "Ma penso che chiederò di prendere solo gli occhiali. Ho pensato alla bacchetta o al manico di scopo, ma penso che gli occhiali siano i più rappresentativi". L’intervistatore gli dice se gli piacerebbe farsi un tatuaggio commemorativo, come hanno fatto gli attori de Il signore degli anelli alla fine delle riprese e Daniel risponde che potrebbe essere il simbolo della cicatrice, ma che la cosa non lo convince molto, "Sicuramente vorrò un tatuaggio un giorno, ma non penso che il primo sarà dedicato ad Harry Potter, tanto ècomunque qualcosa che farà parte della mia vita per sempre".

It’s Party Time

"Non so ancora cosa faremo alla fine delle riprese, sicuramente una festa, anche perchè ne abbiamo fatte solo due in dieci anni" confessa Daniel, "la cosa di cui siamo certi è che vorremo incontrarci tutti insieme almeno ogni due anni per tenerci in contatto e vedere come stanno andando le nostre vite dopo Harry Potter". Al tempo dell’intervista Radcliffe lo poteva solo sperare, ma oggi sappiamo che dopo l’ultimo ciak tutti i personaggi principali si sono ritrovati a casa di Emma Watson per festeggiare e ricorda questi lunghi anni di lavorazione.

 

Articoli Correlati