Harry Potter e I Doni della Morte: Bonnie Wright parla di Ginny nell’ultimo film

di Laura Boni

Anche la piccola Ginny è cresciuta e si prepara a diplomarsi alla Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwats. La rivista Nylon ha pubblicato recentemente un’intervista fatta all’attrice Bonnie Wright (Ginny Weasley), nella quale la fidanzata di Harry Potter racconta della fine delle riprese e di essere andata a vedere How to Succeed in Business Without Really Trying, il cui protagonista è Daniel Radcliffe. Harry Potter e I Doni della Morte: Parte 2 uscirà in Italia il 13 Luglio.

Non vedo l’ora di vedere la scena in cui tua madre grida a Bellatrix: “Stai lontana da mia figlia, cagna!

Oh, quella scena è veramente bella. La cosa più bella dell’ultimo film è che tutti i ragazzi hanno dato il meglio di loro. E’ come se avessero pensato: “Adesso, potremo veramente combattere; non dobbiamo aver paura di far danni.” E’ stato veramente divertente e la parte migliore è stata quando abbiamo distrutto Hogwarts!… Immagino che le persone possano pensare che sia una cosa triste, ma per molti di noi si è trattato di un momento stranamente catartico. Del tipo: “E’ stato incredibile ma ora facciamo saltare tutto in aria.” E’ un pò come costruire un castello di sabbia e poi distruggerlo.

Il cast leggeva i libri prima degli altri?

No purtroppo. La cosa che più mi ha irritato in un film è stato quando ho visto il Diavolo veste Prada; in esso, ci sono due bambine che ricevono una copia di un libro di Harry Potter ancor prima che esso sia stato pubblicato. Ho pensato: “State scherzando? Una cosa del genere non potrebbe accadere mai e poi mai!” J.K. Rowling è così cauta; lei vuole che tutto sia rilasciato sempre nello stesso momento. Persino i traduttori internazionali hanno dovuto attendere che i libri fossero in vendita. Tutti – ma dico proprio tutti, Dan, Emma – abbiamo dovuto aspettare come voi.

Quando leggevi i libri, saltavi le pagine per scoprire cosa succedeva a Ginny?

Ogni tanto lo facevo, ma così rovinavo un pò la storia, così mi sono limitata a leggerlo normalmente. Mi ricordo che quando uscivano i libri ricevevo chiamate o sms che dicevano: “O mio dio, Bonnie, hai letto la pagina x?” e io rispondevo “Basta non ditemi niente!”. Era una tortura.

Hai la bambolina di Ginny?

(Ride) No, per la miseria. Ma mia nonna ce l’ha. Me l’ha mostrata e le  ho detto: “Wow nonna,  bello!”. Non ho niente che viene dal set. Hanno tenuto tutto sottochiave. E poi alla fine delle riprese tutte le nostre bacchette erano distrutte.

Come è stato vedere Daniel a teatro in “How to Succeed”:

Ero emozionata di vederlo cantare e ballare. Le persone non si rendono conto di quanta pratica abbia fatto Daniel. Si è esercitato per ben due anni!!! Ogni volta che aveva un momento libero sul set di Harry Potter, si metteva a cantare e a ballare. Dan quando vuole fare qualcosa, cerca di farla sempre dando il massimo.

Articoli Correlati