Glee: Lea Michele canta al Super Bowl

di Laura Boni

Per un’artista esibirsi al Super Bowl, l’evento sportivo più importante negli Stati Uniti, può essere la consacrazione della carriera…o un disastro totale. Non ci sono vie di mezzo per il popolo del football : testa o croce, bianco o nero. O ti amano o piovono migliaia di fischi di disapprovazione. Quest’anno il tiro della monetina è toccato alla star di Glee, Lea Michele che ha cantato il brano patriottico America, The Beautiful. Si potrebbe pensare, qual’è il problema per un cantante esibirsi dal vivo?! Ma al Super Bowl è diverso: ci sono 108mila spettatori, che hanno pagato un biglietto astronomico e quindi abbastanza esigente,  uno stadio enorme che mette a dura prova l’acustica e quindi ad alto rischio di stonare e tutti i televisori d’America (e non solo) sintonizzati a guardare.

Un’esperienza unica

Nel mondo l’esibizione di Lea è stato visto dal numero record 111 milioni di telespettatori, è stato il Super Bowl più visto della storia. Con questa poca pressione sulle spalle l’attrice si è presentata sorridente al centro dello stadio prima del fischio di inizio; la sua performance è stata la prima dell’evento, pochi miniti prima di quella (disastrosa) di Christina Aguilera in cui ha sbagliato l’inno nazionale. Cappottino bianco bon ton e pantaloni cachi, Lea Michele ha intonato il brano con la voce calda e potente che la contraddistingue, facendo commuovere il pubblico presente….un successo! Sicuramente un bel modo per guadagnarsi di diritto un posto nel cuore degli americani e, soprattutto, far pubblicità alla puntata speciale di Glee che è andata in onda dopo la partita. Subito dopo l’esibizione, Lea ha scritto su Twitter: “O MIO DIO! E’ STATA UN’ESPERIENZA EXTRA CORPOREA!!!!!! FANTASTICO!!!! MI SENTO COSì ONORATA, E’ STATA UNA GIOIA!”.

Guarda l’esibizione di Lea Michele al Super Bowl 2011:


Articoli Correlati