George Clooney a Venezia:”Voglio fare film che facciano più domande che dare risposte”

di Laura Boni

Non preoccupatevi, nonostante il sempre più forte impegno politico, George Clooney continuerà a fare l’attore per molto tempo. A stuzzicarlo è la domanda di una giornalista che durante la conferenza stampa del Festival di Venezia 2011 gli chiede se non ha intenzione di lasciare Hollywood per tentare la scalata a Washington: “No la politica non mi interessa” ha detto George deciso. La domanda è sorta spontanea dopo la presentazione del suo ultimo film Le Idi di Marzo, in cui lo troviamo in veste di attore e regista, e dove interpreta un politico alle prese con la campagna elettorale per le primarie del partito Democratico. La pellicola è ambientata in un prossimo futuro, ma l’attore ha spiegato che la pre-produzione era iniziata già nel 2007, durante la Campagna di Obama, ma il film è stato rimandato quando dopo la sua elezione: “Tutti erano troppo entusiasti per l’elezione di Obama, per questo film che ha una visione molto cinica della politica” ha raccontato George.

Compromessi:

Le idi di Marzo è il quarto film da regista di Clooney, che ne ha scritto anche la sceneggiatura: “Mi sono divertito molto a dirigere me stesso” ha scherzato, “Io voglio raccontare storie che facciano più domande rispetto che cercare di dare risposte, fare domande sia più importante e penso che le dinamiche che vediamo in questo film, possono relazionarsi ad ogni ambiente”. Le domande dei giornalisti, invece, si sono concentrate su uno dei temi più importanti, cioè scelta di scendere a compromessi: “Hollywood è molto diverso da Washington, anchio deve fare delle scelte ogni giorno e scendere a compromessi. Dallo scegliere con che luce girare a se vale la pena di spendere una certa somma di denaro per una scena. Ma le mie scelte non influenzano le persone. I miei errori non costano delle vite”. Il film uscirà nelle sale italiane a Gennaio 2012, che Clooney riesca ad aggiudicarsi il tanto desiderato Oscar alla regia? I presupposti ci sono, bisogna solo vedere se la concorrenza sarà all’altezza.

Guarda il trailer di Le Idi di Marzo di George Clooney:


Articoli Correlati