Esce il nuovo album di Miley Cyrus: "Breakout"

di admin

Ecco il nuovo disco di Miley Cyrus: il primo in cui la cantante 15enne non interpreta un personaggio ma racconta se stessa con tutte le sue aspirazioni e delusioni. Si intitola “Breakout" ed è prodotto dalla la Hollywood Records.

Le canzoni di Breakout
Fin dal singolo di debutto “7 Things”, Miley ci fa capire che lei è innanzitutto una rocker. Scritto con Antonina Armato e Tim James, questo brano è una potente ramanzina sull’amore infedele visto attraverso gli occhi di una teenager angosciata. Eppure il video, diretto con sobria semplicità da Brett Ratner (“Rush Hour”), non manca di sottolineare come spesso le delusioni d’amore non bastino a cambiare i sentimenti che proviamo.

La canzone che dà il titolo all’album, “Breakout” (scritto con Gina Schock delle Go-Go’s), esprime l’esplosione di energia che sentiamo dentro quando suona la campanella alla fine della scuola, mentre in “Wake Up America” Miley si dedica al sociale cantando dei cambiamenti climatici mondiali.
Pezzi come la versione di “Girls Just Wanna Have Fun” (il classico di Cyndi Lauper) cantata da Miley, “Full Circle”, un scintillante brano rock con sonorità alla Spector e “Fly in the Wall”, un altro brano rock divertente e originale, tengono serrato il ritmo del cd.

Ci sono poi le riflessive “Bottom of the Ocean” e “Goodbye”, un bel pezzo lento su una relazione che cola a picco ma che sembra ancora troppo viva per essere finita.
E poi ci sono “Four Walls” e ”Simple Song”, brano (ironicamente) complesso dal punto di vista sonoro,  due canzoni che spingono Miley ancora più verso l’auto-riflessione.

Miley Cyrus: come è nata una stella
Nata il 23 novembre 1992 a Nashville, Miley è cresciuta osservando il padre – la superstar della musica country nonché attore Billy Ray Cyrus – nelle sue esibizioni. In poco tempo acquisisce anche lei la passione per la recitazione. Dopo aver fatto un po’ di esperienza come comparsa nei progetti televisivi del padre, Miley lavora con lui in un ruolo ricorrente nella sua serie televisiva “Doc”. Poi ottiene una parte nel film di Tim Burton “Big Fish”.

Al primo provino per il ruolo principale in “Hannah Montana” della Disney Channel, la dodicenne Miley viene considerata troppo giovane per la parte ma niente la può fermare.

Due anni più tardi Miley ottiene il ruolo per il quale ha lavorato così duramente, e così inizia la sua ascesa verso l’olimpo delle superstar. La prima serie di “Hannah Montana” raggiunge uno degli share più alti mai registrati per una serie originale della Disney Channel.

Nel novembre 2006 la Walt Disney Records pubblica la prima colonna sonora di “Hannah Montana”, con otto canzoni eseguite da Miley come Hannah Montana.  L’album balza in cima alle classifiche e diventa la prima colonna sonora TV a debuttare alla prima posizione della Billboard Top 200. Il disco termina l’anno come ottavo best-selling album e ora è certificato triplo platino.

Poi arriva il doppio album del 2007 “Hannah Montana 2: Meet Miley Cyrus” con dieci brani originali come Hannah e dieci canzoni come sé stessa. Miley ha scritto otto delle dieci canzoni sul quel CD di debutto triplo platino, preparando il terreno per il tour “Best of Both Worlds” del 2007, record d’incassi. Ha anche raggiunto la prima posizione nella classifica nazionale film con l’uscita in 3D per la Walt Disney Pictures “Hannah Montana & Miley Cyrus: Best of Both Worlds Concert.”

In questo periodo Miley sta ancora cavalcando il successo di “Hannah Montana” ed ha quasi terminato “Hannah Montana: The Movie”, girato nella sua città natale, Nashville. Il film uscirà il 1 maggio 2009. La terza serie dell’enorme successo tv “Hannah Montana” ha appena ripreso la produzione a Los Angeles ed andrà in onda in rpimavera. Miley sarà anche la protagonista del film animato della Walt Disney Pictures “Bolt” che uscirà a novembre 2008. Nella primavera 2009 Miley pubblicherà un libro per raccontare la sua storia ispiratrice, dalle radici sud nel Tennessee alla fibrillazione dei suoi enormi successi nel mondo della TV, della musica e del cinema.

Ma come dimostrato da “Breakout”, Miley prende l’attività di cantante e cantautrice molto sul serio, quanto qualunque altro aspetto della sua carriera, certamente dotata dell’impeto e della grinta necessari per portare questo e tutti gli altri progetti al successo. Tutto nasce, comunque, dalla scintilla creativa che brucia viva dentro di lei. Proprio come canta in “Full Circle”, che ha in parte scritto, “There’s miles to go but we both know/That we’ll make it/I know why” (“Ci sono miglia da percorrere, ma entrambi sappiamo che ce la faremo, io  so perché.”)

Guarda il video di 7things

Articoli Correlati