Eclipse: il regista David Slade ha lavorato molto sulla rilettura dei lupi rispetto a New Moon

di admin

Slade ha voluto dare una nuova direzione al film Eclipse, conferendogli un approccio più realistico, soprattutto per quanto riguarda i lupi. L’importante per David Slade è tirare fuori l’essenza del lupo. Per questo ha voluto che, ringhiando, gli animali mostrassero i denti frontali e le gengive e modificassero il loro comportamento. Infine, ha svelato che ci sono voluti mesi per perfezionare anche i milioni di peli che compongono il manto di ogni lupo.

Le voci dal set di Eclipse

Il supervisore degli effetti visivi del Tippett Studio per la produzione , Eric Leven, racconta: "Ero il nuovo arrivato. Mi sentivo così indietro rispetto agli altri, perché tutti loro avevano già lavorato ai lupi per mesi. In più dovevo prendere confidenza con il mondo di Twilight. Avevo bisogno di conoscerlo bene per potermi assicurare che i nostri lupi fossero sempre fedeli ai personaggi. Il regista Slade aveva chiaramente manifestato il proposito di dare una nuova direzione al film, per rendere tutto più realistico. Il primo film era stato una specie di favola, il secondo era molto romantico, ma questo è il primo in cui licantropi e vampiri si scontrano sul serio."
Dice la sua anche il supervisore delle animazioni del Tippett Studio, Tom Gibbons: "Contrariamente a un normale ringhio, c’è qualcosa di primitivo e viscerale nella reazione che noi umani abbiamo davanti a un lupo che scopre la dentatura frontale in quel modo: ci viene automatico indietreggiare. È molto più minaccioso. David è venuto da noi con tutta una serie di dettagli di questo tipo."
Leven ricorda ancora: "Una delle cose che David intendeva modificare era il comportamento dei lupi. David voleva che tirassimo fuori l’essenza animale del lupo. Inoltre, invece di far loro usare le zampe come se fossero delle mani, siamo risaliti al fatto che i lupi piuttosto usano la bocca in modo prensile e le zampe per mantenere l’equilibrio. Quindi nella scena del grande scontro, invece di prendere i neonati a zampate, li attaccano con le fauci e usano le zampe per mantenersi in equilibrio."
Invece, per quanto riguarda la pelliccia dei lupi, Leven aggiunge: "Slade ha detto: "Non vedo la giusta risoluzione dei peli che mi aspettavo di vedere". "Non voleva che la pelliccia si raggruppasse in grossi ciuffi attorno al ventre. Voleva un manto arruffato, in cui i peli si distinguessero uno a uno. Abbiamo eseguito un’operazione che non avevamo mai tentato prima con i nostri software, inserendo milioni di altri peli in mezzo ai peli già applicati al reticolato. In pratica si tratta di una secondo strato di peli generati automaticamente da un algoritmo, con il loro orientamento e il loro stile specifici. In questo modo abbiamo fatto sì che ogni lupo avesse qualcosa come milioni di peli."
E Gibbons termina dicendo: "Quasi nessuno sa che con il computer puoi fare qualsiasi cosa, se hai a disposizione un sacco di soldi. Ma quando lavori con un budget limitato, devi cercare di ingegnarti. Alla fine quello che abbiamo fatto è stato forzare la macchina per ottenere ciò che volevamo."

 

David Slade ha fatto un lavoro straordinario con i lupi di Eclipse, sia sui membri del branco conosciuti in New Moon che nei 3 nuovi. Quil che è semplice e diretto; Seth che è il più giovane, guarda Jacob con rispetto e assomiglia di più a un coyote e Leah, il primo lupo donna a cui hanno modificato il muso rendendolo più lungo e affilato, per concedergli dei lineamenti più femminili.

Articoli Correlati