Dragon Ball: cinque curiosità che forse non sapevi

di Marco Della Corte
Dragon Ball: cinque curiosità che forse non sapevi

Dragon Ball è uno dei fumetti e cartoni animati giapponesi più famosi a livello internazionale. Sono oramai 31 anni che Goku fa parte della cultura pop mondiale ed anche i profani che non hanno mai letto un fumetto o visto un anime proveniente dal Sol Levante, sa di cosa si parla se gli si nomina il protagonista della storica serie creata da Akira Toriyama.

Nonostante il discreto successo che ebbe su JTV durante i primi anni di trasmissione sulla TV italiana, il vero successo di Dragon Ball scoppiò da noi quando la serie animata fu riproposta su Italia 1 nell’estate del 1999. Lo sappiamo, da allora è stato un susseguirsi infinito di repliche che durano oramai da quasi 20 anni. Ad ogni modo, siete sicuri di conoscere proprio tutto su Dragon Ball? Ecco qui di seguito cinque curiosità sul manga/anime giapponese che forse non sapevate!

DRAGON BALL: GOKU ISPIRATO ALLO SCIMMIOTTO SUN WUKONG

Per creare Dragon Ball, Akira Toriyama si ispirò al romanzo cinese Viaggio ad occidente, scritto da Wu Cheng’en. Il protagonista della storia è uno scimmiotto antropomorfo di nome Sun Wukong, che altri non è che il nome cinese di Son Goku, il protagonista dell’anime. A tradire ulteriormente la ‘parentela’ tra i due sono alcuni elementi in comune: entrambi hanno una nuvola che usano come mezzo di trasporto, un bastone allungabile come arma ed inoltre… la coda!

In realtà Viaggio ad occidente ha ispirato numerosi altri cartoni giapponesi nel corso della storia: altri due esempi degni di nota sono Starzinger di Leiji Matsumoto e Saiyuki di Kazuya Minekura. 

DRAGON BALL: LA SERIE Z NON ESISTE NEL FUMETTO

Nonostante la Z sia la serie più famosa in assoluto di Dragon Ball, nel fumetto originale non esiste alcuna divisione tra prima e seconda parte. Insomma, in origine Dragon Ball Z non c’era. Si dice che la seconda parte della storia di Goku dovesse chiamarsi nel cartone Dragon Ball 2, ma a causa di un errore di trascrizione, il numero 2 divenne la lettera Z. Un piccolo contrattempo che si rivelò tuttavia vincente: il termine Z forniva più hype al titolo, simboleggiando il raggiungimento di una potenza smisurata da parte di Goku e dei suoi compagni.

DRAGON BALL: GOKU E’ UN PACIFISTA?

Nonostante sia il protagonista assoluto, non  sono moltissimi i nemici sconfitti ed in seguito uccisi da parte di Son Goku. Il saiyan ha il cuore troppo tenero e pochissime volte elimina i vari villains con i quali si confronta. Tralasciando i film (quasi tutti slegati dalla trama principale) i nemici uccisi dal nostro eroe si possono contare sulle dita di una mano: Black del Fiocco rosso, Al Satan, Majinbu e Frezer (in Dragon Ball Super). Nella serie GT (che non è canonica) Goku tuttavia uccide tutti villain principali della storia: Baby, Super 17 e Li Shenron. 

DRAGON BALL: IL RE KAMEHAMEHA

Forse non tutti sanno che il nome originale dell’onda energetica, Kamehameha, trae origina dal nome di un re delle Hawaii. Si dice che fu proprio la moglie di Akira Toriyama a consigliare il marito di battezzare così la tecnica più conosciuta ed usata in Dragon Ball.

Tornando al personaggio storico, re Kamehameha, egli era un potentissimo sovrano, conosciuto anche con l’appellativo “The Great“. Regnò sulle isole Hawaii dal 1782 al 1819, riunendole tutte sotto il suo dominio.

DRAGON BALL: NOMI ‘SATANICI’ NELLA SERIE?

Se notate Mister Satan e sua figlia Videl hanno nomi abbastanza ‘particolari’. Mark Satan (nome completo del personaggio) deriva il suo cognome dal sovrano dell’inferno, mentre Videl è l’anagramma della parola ‘devil’ che in inglese vuol dire proprio ‘diavolo’.

Niente di fuorviante o spaventoso comunque: Toriyama si è un po’ divertito con questi giochi di parole. Del resto il buon Mister Satan è tutto fuorché malvagio, essendo anzi considerato (erroneamente) da tutti l’eroe del pianeta Terra.

Per aggiornamenti su Dragon Ball ed altre serie TV, continuate a seguirci!

 

Articoli Correlati